Bucatini fave guanciale e pecorino.

Oggi il calendario del cibo italiano celebra la giornata delle fave e pecorino, il sapore dolce e delicato delle fave che si contrasta con quello forte e marcato del pecorino. Le  fave sono un ingrediente neutro che grazie al loro sapore delicato sono il compagno affidabile del pecorino, e possono essere  impiegate  in molteplici ricette. Le fave sono legumi e  vengono seminati tra gennaio e marzo per poi essere raccolti nel periodo primaverile, tra aprile e maggio.. Ho usato i bucatini per questa ricetta, ma va bene qualsiasi formato di pasta.
Ingredienti:
400 Bucatini
170 Guanciale
1 bicchier di vino bianco 
1,2  kg circa di fave
Olio extra vergine di oliva
pecorino
sale
Procedimento:
Privare  le  fave del baccello e  frullarne una piccola parte  insieme all’olio extra vergine di oliva e due cucchiai di acqua, ottenendo una crema. La restante parte tritarle manualmente  con un tritatutto manuale, o frullarle ad intermittenza in un frullatore. 
Tagliate a listarelle il guanciale e fatelo rosolare in una padella di alluminio con un cucchiaio di due cucchiai di olio extra vergine di oliva. Appena risulterà dorato e croccante versate il vino bianco e farlo evaporare a fuoco vivace.  Versare la crema di fave e le fave tritate  e fare cuocere per circa 2 muniti insieme. Fare cuocere i bucatini in abbondante acqua salata, scolare la pasta al dente e saltarla nella gricia e fave aggiungendo mezzo mestolo di acqua di cottura 3 cucchiai di pecorino. Impiattate e aggiungete altro pecorino.
Buon appetito !

Share:

8 commenti

  1. Piatto ricco mi ci ficco ... un piatto godereccio;)

    RispondiElimina
  2. Pasquale, che meraviglia...un classico ma un piatto a cui non si può che inchinare la testa. E' tanto che non preparo i bucatini (sono l'unica pasta dotata di vita propria :D ), ma con questo condimento non ci penso un secondo.
    Davvero golosissimi. Un abbraccio.

    RispondiElimina
  3. Beh non posso che unirmi al commento di Patty, un classico che va sempre bene anche per un pranzo del 1°maggio, magari non sull'erba ma su un bel tavolo in qualche giardino, complimenti e la voglia di assaggiarlo me la toglierò presto...saluti

    RispondiElimina
  4. Da condividere con gli amici. Che dici, mi inviti? Altrimenti ti invito io.

    RispondiElimina
  5. rido per il commento di Patti, perche' ha ragione... dovevano essere i bucatini a chiamarsi vermicelli, da tanto si agitano nel piatto... e comunque, questa e' una ricetta che mette in agitazione, tutti quanti i sensi ;) Gran sapore , grandi materie prime, grande tradizione. Bravissimo, come sempre!

    RispondiElimina
  6. It is a long established fact that a reader will be distracted by the readable content of a page when looking at its layout.
    obat perangsang wanita

    RispondiElimina
  7. I am no longer sure where you are getting your information, but
    good topic. I must spend a while finding out more or www.ferret-millesime.com
    figuring out more. Thanks for excellent info I used to be on the lookout for this info for my mission.

    RispondiElimina