Busiate gamberi e olio extra di alici.

E' nostra abitudine e cultura, conservare in vasetti  con olio "Extra Vergine di Oliva"le alici acquistate sotto sale o salate da noi quando ancora fresche.
Dopo aver consumato le alice nei vasetti, rimane sempre un bel po' di olio "Extra Vergine di Oliva" che conservava le stesse; un vero peccato che quell'olio prende la strada dei rifiuto .
Per l'esecuzione di questo piatto ho usato proprio l'olio che conservava le alici , ne e' uscito un piatto dai sapori sensazionali.
 Ingredienti:
300 gr. Busiate 
20 Pomodorini 16 Gamberi
Olio Extra Vergine di Oliva alle alici.
Aglio
Sale

Procedimento :
In una Padella ho fatto appena soffriggere l'aglio  l'olio extra vergine di oliva alle alici, ho aggiunto poi i gamberi e i pomodorini sbollentati in precedenza.
Ho aggiunto pochissimo sale e ho fatto cuocere il tutto per 10-15 minuti a fuoco lento .
In una pentola con abbondante acqua salata ho fatto cuocere le busiate, l'ho scolata al dente e saltata nella pentola del condimento terminando la cottura.
Lo ripeto sempre perchè e' il fattore fondamentale per la riuscita dei primi piatti: ho fatto riposare il tutto per due minuti e l'ho servita.
Buon Appetito.

Share:

27 commenti

  1. bella idea quella di conservare e ottima ricetta, complimenti

    RispondiElimina
  2. E chi diavolo ce la fa a far riposare due minuti questo spettacolo sopra?
    Ma tu lo sai Pasquale che l'idea di non buttare l'olio delle alici è memorabile?
    Io ci piango sempre sopra quando lo faccio..... grazie!!!!!
    Al prossimo primo piatto, o secondo, o dolce o quel che vorrai regalarci.
    Sono andata a vedere le mafalde ceci e baccalà, sono già nella lista delle ricette da fare per le grandi occasioni!!!!!
    Buona giornata
    Sandra

    RispondiElimina
  3. Ciao Pasquale,
    adesso mi sento sollevato pensavo di essere l'unico folle a non buttare tale nettare.
    Cosa posso aggiungere?
    il tuo piatto come sempre è eccezionale roba da chef stellato.
    Ciao Grandissimo

    RispondiElimina
  4. Davvero un piattino interessante, da provare!
    complimenti!
    Buon lunedi!

    RispondiElimina
  5. Solo al pensiero di quell'olio profumato di alici mi sento svenire....le alici le mangerei anche a colazione ;-) e questo piatto di pasta a quest'ora mi sta facendo davvero male :-(

    RispondiElimina
  6. Anche io non butto assolutamente quell'olio, come anche quello delle melanzane, con cui ci condisco la pizza con i filetti di pomodoro

    RispondiElimina
  7. Questa pasta ha dell'incredibile...incredibilmente bella e incredibilmente buona!buon lunedi:)

    RispondiElimina
  8. Ciao Pasquale, ma tu ne sai sempre una più del diavolo, a parte che credo che l'olio valga la pena di essere usato se le acciughe te le sei preparate tu, non credo che quello che avanza dalle alici del supermercato abbia la stessa resa. Comunque sei bravo, e le tue paste escono dallo schermo! Un abbraccio

    RispondiElimina
  9. Geniale come sempre! Complimenti per il successo in " chef per un mese "!!!

    RispondiElimina
  10. Una splendida idea per riciclare l'olio che ancora conserva un sapore incredibile
    Ma quante ne sai Pasquale??????
    Grazie della dritta e grazie per questo piatto!!!!!!!!!
    Buona settimana!!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  11. non si spreca niente! bravissimo!
    e che sapori :P
    ps ti ho scritto una mail

    RispondiElimina
  12. Idea strepitosa, in cucina in fondo non si spreca mai niente, no?
    Ciao
    Alice

    RispondiElimina
  13. Guai buttare una simile delizia!!
    Immagino il sapore di questo primo piatto!! Strepitoso!!!
    Un abbraccio e felice giornata!!!!

    RispondiElimina
  14. Ma sai che le alici sotto sale e` una delle cose che compro quando vengo a Somma...se ne trovano di buonissime nei mercati in strada nei paesi Vesuviani...ovviamente ho il mio spacciatore di fiducia e non solo di alici e poi si sfilettano e si mettono sottolio.....ne sento il profumo in questa pasta!
    farncesac

    RispondiElimina
  15. Ciao Paquale,
    pasta con salsa di gamberetti, che delizia!
    Troppo bello!
    Abbracci

    RispondiElimina
  16. A prescindere che il tuo piatto è straordinario, senza aggiungere altro... bravo per l'utilizzo dell'olio che sicuramente era ottimo visto che aveva assorbito ben bene il sapore delle alici che ci hanno soggiornato dentro. e poi ho conosciuto questo formato di pasta. Lo sai che le busiate non le conoscevo affatto??? E mi piacciono un sacco, almeno a vederle!! Buona serata Pasquale!!

    RispondiElimina
  17. e ci credo eccome...mi par di sentirne il profumo..un'ottima idea!
    bravissimo Pasquale!!

    RispondiElimina
  18. Arrivo..arrivo Pasquà!!!!Arrivo a a dirti che.....io IMPAZZISCO e lo sai per i tuoi primi pieni di poesia....ma questi con i gamberi mi fanno rinchiudere!!!ahhahah, mi piacciono troppo....ma temo che dovrò digiunare sin da ora prima di assaggiare le tue delizie!!!!!!!^_^ Come sempre...sei il top.
    Un abbraccio!!!!

    RispondiElimina
  19. queste sono a dir poco squisite, le ho assaggiate queste estate durante il mio viaggio in Sicilia, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  20. Però...sai che non avevo pensato ad utilizzare l'olio delle alici?ma bravo!Idea copiata e se mi trovi un posticino ti seguo ben volentieri!!
    A presto
    Monica (l'emporio 21)

    RispondiElimina
  21. Ricambio la visita,ricambio i complimenti per il blog e mi unisco con piacere anche io al tuo blog :-)

    RispondiElimina
  22. Ciao Pasquale, sai la storia di Enrico di Francia mi fa venire in mente che non c'è mai niente di nuovo sotto il sole e che l'opportunismo dei politici sempre quello è!!! Un abbraccio e buon week end

    RispondiElimina
  23. Quasi quasi ci faccio un pensierino per il pranzo di oggi! Eccezionale, come sempre, del resto, per il re dei primi!
    Buona domenica
    Spery

    RispondiElimina
  24. un piatto semplice ma sicuramente delizioso e profumato.....ottima l'idea dell'olio alle alici!
    Ti seguiamo con molto piacere,alla prossima !!

    RispondiElimina