Risotto Cocco e Salmone con colatura di Mozzarella di Bufala.

Durante la Vacanza trascorsa a Torre dell’Orso, abbiamo conosciuto i  Mambo Jambo Acrobatics ,un   gruppetto di ragazzi Keniani  che con le loro acrobazie conquistavano la simpatia di tutti.
Curiosando nelle loro abitudini culinarie rimasi affascinato dal risotto al cocco, per me inusuale e inedito, ma pronto a provalo anche se sono un tradizionalista nato.
Decidemmo di fare questo piatto insieme ad amici, e procuratoci il cocco, lo arricchimmo con del salmone affumicato Norvegese e della colatura di Mozzarella di Bufala;e nostra abitudine portarla a seguito in ogni nostro viaggio.
Cucinammo  il piatto e tutti noi rimanemmo  stupiti da tanta bontà, più il riso si raffreddava  più il sapore del cocco riemergeva equilibrando il tutto.
 Decisi di condividere la foto su Facebook  e di non fare il post sul mio blog, perchè comunque ritenevo che questo piatto era troppo tropicale.

In uno dei numerosi commenti una gentilissima Signora che non conosco e non riporto naturalmente il nome rilasciava questo commento :

""Scusatemi ma il cocco e il salmone sono mediterranei?e la colatura di mozzarella è il sughetto che  esce quando la si taglia?Quando pur di far qualcosa di diverso qualcuno userà la colatura di cadavere?garantisco che l’aroma e’ intenso e indimenticabile""

Naturalmente sono rimasto disgustato e scioccato da questo commento.
Accetto ogni critica e rispetto qualsiasi opinione, ma questo commento e’ una mancanza di rispetto a quello stato che toccherà tutti gli uomini  quando andranno via da questa terra.

Fare qualcosa di diverso? Non ho bisogno di popolarità, lo scopo del mio blog e di condividere il mondo food, anche visto sotto sopra e di rompere quel muro virtuale che ci divide …….

Insomma a me m piac o Blus
 

  Ingredienti:
400 gr di Riso
200 gr di Salmone affumicato
1 noce di Cocco (compreso il suo latte)
1 bicchiere di vino bianco secco
1 Scalogno
Colatura di una Mozzarella di Bufala da 250
Il 7 agosto, compleanno della mia Marianna , ho riproposto il piatto usando il salmone Canadese, risultato???????????
Anche i bambini hanno gradito………………………….
Per prima cosa iniziamo a estrarre il cocco dal suo guscio,in  primo luogo è necessario individuare i punti morbidi del cocco: si trovano nella parte superiore, sono di forma tondeggiante e di colore scuro.Pratichiamo dei fori un cavatappi in uno di questi punti per svuotare il cocco dal latte contenuto al suo interno e lo conserviamo in un bicchiere.
Una volta estratto il cocco da latte procediamo a toglier il guscio ed estrarre il cocco che andremo a frullare con un potente mixer.
Tagliare finemente gli scalogni  e fate imbiondire con olio extra vergine di oliva,unire il salmone e bagnare con un bicchiere di vino, una volta asciugato ci facciamo tostare il riso e   facciamo cuocere   poco alla volta con solo acqua calda.Verso fine cottura aggiungiamo il latte di cocco e 3/4 del cocco tritato.
Amalgamiamo il tutto con la colatura di mozzarella di bufala .
Far riposare il riso per 4-5 minuti e servirlo aggiungendo il cocco tritato,più il riso si raffredda  più il sapore del cocco riemerge.

Share:

13 commenti

  1. E' un piatto fresco, leggero e molto creativo.
    Consumarlo poi insieme a un'allegra compagnia è l'ideale per sorprendere e aggregare.
    Non ci sono dubbi: promosso a pieni voti!!!
    Per quanto riguarda la signora...sorvoliamo....e speriamo che ora desideri tanto assaggiarlo!!!!

    RispondiElimina
  2. Trovo sia una proposta originale adatta alla stagione!! Un piatto giovane da gustare con chi ha voglia di allargare i propri orizzonti culinari.
    Un abbraccio!!!

    RispondiElimina
  3. Ciao Pasquale,
    bella presentazione del piatto, risotto perfetto!
    abbracci

    RispondiElimina
  4. Bellissimo il colore di questo riso e cosa sarebbe la cucina senza contaminazioni tropicali, orientali, nordiche ....una calm piatta!
    farncesca

    RispondiElimina
  5. è una ricetta molto originale ma che mi piace molto e sono curioso di provare

    RispondiElimina
  6. un risotto a dir poco sfizioso, da provare, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  7. Ciao Pasquale, un piatto particolare ma intrigante, sono sapori particolari da provare. Quella signora, evidentemente non ha fantasia in cucina, perciò non può capire la vera arte, che consiste proprio nell'inventare sapori diversi dal solito, non darle più importanza di quello che merita, tu continua a deliziarci con i tuoi piatti, sei un grande, un abbraccio a presto.

    RispondiElimina
  8. Ciao Pasquale, non avevo visto su fb la foto di questa ricetta sfiziosa assai!! Io per il lavoro che faccio conosco parecchi ragazzi tanzaniani e ho anche alcune delle loro ricette da provare. La cucina africana l'ho assaggiata e mi è piaciuta molto. QUesto piatto è delizioso ed è proprio vero che più si fredda più si esalta il sapore del cocco!! Per quanto riguarda i commenti, non ti choccare! Ci sono persone che pur di farsi notare scriverebbero qualsiasi cosa... E' il rischio di avere un blog o di utilizzare i social networks! Un abbraccio caro a te e tutta la famiglia e buon ferragosto!!

    RispondiElimina
  9. Ma quanto mi ha incuriosito il tuo risotto...
    è proprio una sciccheria....extraesotico ed extragustoso!!!!
    La signora?ignoriamola!!!! :))))
    Tu intanto hai fatto bene a postare questa bellissima ricetta.
    Tanti cari saluti

    RispondiElimina
  10. Ma che risotto particolare ed originale, buono, da provare :)

    RispondiElimina
  11. Pur a mmè m piace o blus!!! Risotto molto intrigante, sicuramente da provare prima o poi. Ottima la scelta del salmone per " contrastare " il dolce del cocco. Un caro saluto.

    RispondiElimina
  12. Sono corsa a cercare questo tuo risotto, me l'ero proprio perso, visto che ad agosto mi sono collegata poco. Non faccio fatica a credere che questi sapori messi insieme siano fantastici. E a gustarlo completamente freddo, secondo te, ci perderebbe? Mi intriga proprio tanto. E' vero, forse oggi c'è la ricerca dell'originalità a tutti i costi, ma il commento della signora è di pessimo gusto e invece la tua ricetta è molto raffinata ed equilibrata. Ma il mondo è bello perchè è vario, e io dico sempre : Meno male!!! Guai se così non fosse ... Ricetta segnata! A presto.

    RispondiElimina