Scialatielli ai frutti di mare per..L'Italia nel Piatto!

 Primo appuntamento (per me) di questa bellissima rubrica "l'Italia nel piatto", dove 20 food-blogger propongono ogni mese le ricette tipiche della propria regione di appartenenza.Io con il mio blog  rappresento la Campania. Inoltre vorrei ringraziare di cuore  chi mi ha proposto per questa rubrica Yrma del blog a fiamma dolce e  tutto il gruppo per la bellissima accoglienza ,ci tengo a dire "sincera", che mi hanno riservato.
 Il tema del Mese di Settembre è la Pasta Fresca.
La La Campania e' il tempio della pasta, basta passare a Gragnano per capire che siamo un popolo di pastaioli. Per questa rubrica oggi propongo un pasta tipica della costiera Amalfitana : gli Scialatielli ai frutti di mare.
Io personalmente lo ritengo un formato di pasta moderno, perchè creata negli anni 60 dallo chef amalfitano Enrico Cosentino. Inoltre  la forma e' innovativa anche negli ingredienti usati.Un impasto con farina , latte , pecorino, uovo , basilico sale e pepe, che lo chef  Cosentino diede agli scialatielli una forma caratteristica, spiccatamente irregolare a causa della lavorazione totalmente manuale.Il termine dialettale “scialatielli” deriva dal verbo “sciglià” che nel dialetto napoletano ha il significato di “scompigliare”.In lingua italiana il verbo scompigliare, riferito ai capelli, significa “arruffare, mettere in disordine, scombinare”.E, in effetti, gli scialatielli, disposti fumanti sul piatto da portata, appaiono come una massa disordinata di pasta, per questo e' stato davvero difficile" impiattare" il piatto.Tengo solo a precisare che gli scialatielli di tipo  industriale o semi artigianale dei pastifici, non usano assolutamente gli ingredienti che usò lo chef Cosentino.Non riesco a capire però perchè li spacciano per tali.
Ricetta Originale Scialatielli
100 gr.Farina Grano duro
100 gr Farina "0"
1/2 Uovo
60 ml di Latte
20 Gr. di Pecorino Grattuggiato
1/2 Cucchiaio di Olio Extra Vergine di Oliva
4 foglie di basilico
Sale
Pepe
Procedimento:
Su un piano di marmo ho disposto tutti gli ingredienti che mi sono serviti per fare gli scialatielli.Ho setacciato le farine e l'ho disposte a fontana sul piano di marmo,poi ho formato un incavo al centro dove ho inserito tutti gli ingredienti,l'uovo, il latte, il pecorino, il pepe, l'olio extra vergine di oliva ,il sale e  il basilico tagliato finemente.Ho incominciato ad amalgamare gli ingredienti con una forchetta , prendendo man mano la farina ai bordi , quando il composto ha preso consistenza ho incominciato a lavorare l'impasto con le mani per circa dieci minuti, quando e' risultato liscio e compatto.Avvolto la pasta nella pellicola trasparente ho l'ho lasciato riposare per circa un ora in un luogo fresco e asciutto
Ho steso la pasta  con il mattarello, non sono ammesse machinette varie , il tutto va fatto a mano............l'ho fatto riposare un altra ora e l'ho tagliati con un coltellino tagliente.
Ingredienti per Scialatielli ai frutti di mare
Scilatielli come sopra.
400 gdi Vongole Lupini
200 g di Vongole
100 g di Cozze
1 Cicala 
1 Scampi
Olio Extra Vergine di Oliva
Prezzemolo
Aglio
Sale
Pepe
Procedimento:
In una pentola di alluminio ho fatto soffriggere a fuoco lentissimo l'aglio nell'olio extra vergine di oliva e, appena ha iniziato a rosolare, ho aggiunto la cicala , lo scampo e  i pomodorini sbollentati in precedenza e privati della buccia.Ho fatto cuocere per 5-6- minuti a fuoco lento aggiungendo 1/2 mestolo di acqua di cottura.Appena evaporata l'acqua ho aggiunto i frutti di mare e ho fatto aprire nel condimento descritto.Io personalmente non faccio mai aprire da parte i frutti di mare, perche' perderebbero in sapore e il frutto stesso tenderebbe ad asciugarsi troppo  troppo all'interno.
In una pentola con abbondante acqua salata ho cotto gli scialatielli  , li ho scolati al dente e li ho saltati nella padella con tutti i frutti di mare .Gli ho dato due minuti di riposo e ho impiattato aggiungendo il prezzemolo e il pepe.
Gli scialatielelli ai frutti di mare sono pronti.Buon appetito ed e' stata un impresa impiattare 
“sciglià” che nel dialetto napoletano ha il significato di “scompigliare”.In lingua italiana il verbo scompigliare, riferito ai capelli, significa “arruffare, mettere in disordine, scombinare
Questo piatto lo dimostra.

Share:

30 commenti

  1. Mi inchino. Veramente un piatto eccezionale.. scialatielli fatti in casa, sugo di mare.. io ho una vera passione per questo piatto: manda in paradiso!! Complimenti, di vero cuore!! <3

    RispondiElimina
  2. Ciao Pasquale!
    Pasta fresca fatta in casa e semplicemente perfetto, la salsa è
    meraviglioso, tutto in buon gusto, complimenti!

    abbracci

    RispondiElimina
  3. L'ho dato per certo dall'inizio che questo p iatto mi sarebbe piaciuto assai assai assai!! Non poteva che essere così in casa del maestra per la pasta che profuma di mare...

    RispondiElimina
  4. Eccomi Pasquale!! Un inizio spettacolare!!! Sei stato bravissimo, una presentazione splendida :-) Ottima ricetta, salvata e da provare :-) un abbraccio e grazie ancora per la tua disponibilità :-)

    RispondiElimina
  5. beh li spacciano per tali perchè fa comodo :)non sapevo del latte nemmeno io quindi annoto ! con i frutti di mare un must! benvenutooooo!

    RispondiElimina
  6. Un piatto che sa ancora d'estate.
    Mi sono copiata la ricetta dei sciatelli.

    RispondiElimina
  7. benvenuto tra noi e soprattutto buonoooo!! non sono un'amante del pesce e molluschi ma fanno venir voglia!

    RispondiElimina
  8. Pasquale, ma che entrata trionfale la tua!

    È un piacere e un onore averti tra noi e ti ringrazio di cuore per questa bella ricetta che non conoscevo così bene e che proverò al più presto, la pasta con quegli ingredienti nell'impasto mi attira moltissimo, per non parlare del condimento.
    Complimenti! :)

    RispondiElimina
  9. Non posso dire che con questa tua ricetta ti sei superato per tutte le tue ricette sono dei veri capolavori. Ottima la scelta per rappresentare al meglio la tua regione ricca di sapori, colori e profumi. Concordo con Loredana ... l'impasto mi stuzzica!!! Benvenuto nel nostro gruppo

    RispondiElimina
  10. sono un'affezionata lettrice di questa rubrica e campana come te :)
    hai realizzato un piatto fantastico!!!

    RispondiElimina
  11. Ed eccotiiiii, benvenutoooo!! Sono felice tu faccia parte del nosttro gruppo ed onorata di averti! La pasta E' Napoli e tu sei la pasta!!!Insomma sei entrato con un tuo must e ne sono felice!! Questo piatto è un trionfo come solo tu sai;-) Baci

    RispondiElimina
  12. Che trionfo di sapori, sono i miei preferiti!!!
    Poi con quella ricetta della pasta fatta mantenendoti fedele all'originale è davvero una marcia in più.
    Un inizio alla grande, tu puoi rappresentare egregiamente la Campania:complimenti di cuore!

    RispondiElimina
  13. ciao e benvenuto tra noi, mi fa piacere averti nel gruppo. Gli scialatielli non li conoscevo e devo dire chi l'impasto è molto interessante, da provare, a presto

    RispondiElimina
  14. Pasquale ancora benvenuto tra di noi!!
    Ma adesso per festeggiare c'inviti tutti da te a mangiar questa bontà ne vero??
    Bellissime foto e bellissima presentazione anche se all'inizio avrai forse trovato difficoltà ad impiattare io dico che è presentata divinamente!
    Non sarai per caso un vero chef tu???
    un abbraccio

    RispondiElimina
  15. Ciao Pasquale e benvenuto tra noi! è la prima volta che passo dal tuo blog, ma mi ero già segnata tra i tuoi lettori...

    ti faccio i miei complimenti perchè la pasta che hai proposto è davvero molto insolita (l'aggiunta del latte mi incuriosisce!!)

    RispondiElimina
  16. ma che meraviglia quei scialatielli aromatizzati, una chiccheria e quel sugo di pesce mi fa tanta gola... io che mi sento sempre un po' imbranata con le ricette a base di pesce, mi sa che questo è il blog da cui dovrò imparare ..tanto! grazie della tua disponibilità ad entrare in corsa a tempo di record! un bacio!

    RispondiElimina
  17. Che piatto meraviglioso Pasquale!!!
    E mi copio la ricetta degli scialatielli che non ho mai fatto in casa!!!
    Buon fine settimana! Roberta

    RispondiElimina
  18. Che piatto meraviglioso Pasquale!!!
    E mi copio la ricetta degli scialatielli che non ho mai fatto in casa!!!
    Buon fine settimana! Roberta

    RispondiElimina
  19. Ciao Pasquale, già li avevo visti gli scialatielli sul tuo blog, ma questa versione con i frutti di mare è davvero strepitosa. Ancora benvenuto! Un abbraccio a presto e buon we

    RispondiElimina
  20. Carissima, io sono Siciliana ma ho delle lontane origini campane. Gia dal titolo del tuo blog mi sono incuriosita e sono subito entrata a vedere e con mio immenso piacere ho scoperto una carellata di autenticità e genuinità. Ho potuto vedere dei piatti davvero unici e non mi stupisce che tu sia stata scelta per rappresentare la tua terra, sei bravissima. Io non conoscevo la storia degli scialatelli, è stato molto interessante leggerla e sinceramente non capisco nemmeno io perchè quelli che troviamo in vendita vengano chiamati con questo nome! Quelli che ci proponi tu devono avere un sapore ricco e particolare e non quello della "solita pasta". Ti sono venuti benissimo e con i frutti di mare devono essere un vero piacere per il palato. Che dirti cara, non posso fare a meno di unirmi ai tuoi lettori per seguirti e non perdermi le tue ricette e mi permetto anche di invitarti a fare un salto da me, sarei felice del tuo passaggio! A presto :)
    http://ledeliziedelmulino.blogspot.it/

    RispondiElimina
  21. gli scialatielli sono la mia passione, con i frutti di mare poi ancor di più, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  22. Davvero un primo piatto gran-gourmet!!!!
    Buona domenica!!!

    RispondiElimina
  23. Il mare nel piatto... meraviglia...

    RispondiElimina
  24. Eccomi Pasquale, sono un po' in ritardo ma non potevo proprio mancare!!
    Un ingresso davvero alla grande in questa rubrica. Ma d'altronde con la psata fresca è davvero difficile sbagliare... e tu hai scelto un piattino davvero delizioso.
    Non conoscevo questo formato di pasta. Non credo di aver mai visto nella grande distribuzione gli scialatielli, ma adesso non li devo neanche andare a cercare visto che ho la ricetta e vista anche la cattiva pubblicità che hai fatto ai produttori di pasta... ;-)
    A prestissimo!!!

    RispondiElimina
  25. Carissimo Pasquale,
    che sei bravissimo già lo sapevo grazie alla nostra amica Yrma, io non mangio pesce e crostacei, ma questa pasta la devo proprio provare,perché secondo me deve essere buonissima anche condita con del semplice pomodoro!!!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  26. Che meraviglia, io adoro la pasta. Questa dev'essere deliziosa. Ho già fame!!!

    RispondiElimina
  27. complimenti, chissà che mix di sapori spettacolari!

    RispondiElimina
  28. complimenti per la magnifica del pesce, beh la pasta fatta a mano è tutta un altra cosa :-))

    RispondiElimina
  29. adesso capisco come mai la nostra cara Yrma ti ha raccomandato caldamente per far parte della nostra rubrica, qui da te c'è solo da inchinarsi davanti alla tua maestria e al tuo rispetto per gli ingredienti che usi. E' un piacere conoscerti e condividere con te questa bella esperienza

    RispondiElimina