Fusilli Speck Noci e Rughetta selvatica di San Michele.

Sarà l'ultimo piatto estivo????
L'ultima volta che ho fatto simile affermazione  e' rientrata di nuovo l'estate. Vedremo nei prossimi giorni se dopo Cleopatra che porterà tanta pioggia ci sarà uno scorcio d'estate.Intanto voglio parlarvi di questo piatto fatto da ingredienti Veri  che si incontro in un un periodo dove alcuni ci lasciano e altri fanno il loro ingresso nelle nostre tavole.Ci lascia la rughetta selvatica,che  non e' quella che troviamo in commercio sui banchi o in buste sigillate, ma quella selvatica che ancora oggi troviamo sulla salita del bellissimo Monte di San Michele Arcangelo sito in Maddaloni.
Il Sapore?????? Totalmente diverso da quella in commercio, gustosa, amara e piccante.
 Ingredienti
300 gr di Fusilli Bucati Corti
100 gr di Spek
10 Noci 
6 Pomodorini non troppo maturi
Rughetta a Piacere
Pecorino
Aglio

Procedimento:
In una pentola di alluminio ho fatto dorare l'aglio nell'olio e   ho unito lo speck che ho fatto cuocere per circa un minuto a fuoco lento, ho aggiunto poi  i pomodorini e le noci che ho fatto cuocere per altri 2 minuti.Prima di terminare la cottura ho aggiunto la rughetta selvatica.
In una pentola con abbondante acqua ho fatto cuocete la pasta , l'ho scolata al dente e saltata nella pentola di alluminio con il  preparato di noci e rughetta  terminando la cottura. Dare il giusto riposo 1-2 minuti circa, risaltare la pasta (questo naturalmente significa che la pasta va scolata al dente) e servire.
Buon Appetito

Share:

19 commenti

  1. Chissà che ci regalerà Cleopatra,staremo a vedere. Intanto io ammiro sti fusilli dal gusto deciso, un po' di amaro piccante come tocco finale... Sublimi, nella loro pentola d'alluminio!! Spadellati, saltati, impiattati e gustati ... sicuramente finiti!! Un abbraccio e buona settimana!!

    RispondiElimina
  2. Rughetta e pecorino è un abbinamento azzeccatissimo con note intense e aromi persistenti che lasciano un buon ricordo nel palato.
    Sai cosa faccio? Ti copio questa delizia e la preparo per il pranzo.

    RispondiElimina
  3. Buongiorno a te e buon inizio settimana. Proprio un bel connubio che esprime gusto e fantasia, dal sapore che comincia a ricordare l'autunno di cui si hanno le prime avvisaglie climatiche. Ah! le noci, rese croccanti dalla cottura ed insaporite dalla leggerezza del pomodorino e l'autorità del pecorino....Bravo, come sempre!

    RispondiElimina
  4. Buongiorno caro Pasquale!!!Beh, se tu avessi la capacità di far tornare l'estate con le tue affermazioni...ti farei quadruplicare all'istante!!!!!:DDD qui ormai è da molto tempo un ricordo....(vuoi venire a farti un giretto sul lago di Garda versione autunnale e grigia??:D), quindi per ricordarmi la stagione calda..cosa c'è di piu invitante di un tuo primo????E' TROPPO GOLOSO!!!è vero, la rughetta non ha nulla a che fare con la rucola che c'è in commercio (qui poi...che te lo dico a fare!), le noci danno coccantezza e ...lo speck, beh qui da noi è un must!!!Che ne dici se la prossima volta vieni a prendertelo di persona qui?????(offerto da me dal mio macellaio di fiducia!!!)...magari per i mercatini di Natale:) (Qui qualsiasi affermazione tu faccia, credimi....non potrà mai far tornare il caldo!!!!!:DD)
    Un grande abbraccio!!!

    RispondiElimina
  5. Sapori semplici, decisi e gustosi! Grande Pasquà...come sempre!!!
    PS: speriamo di salutarci Live una volta a Torino!!! ;-)

    RispondiElimina
  6. ciao Pasquale
    un piatto ricco e saporito!! complimenti
    ciao e buona settimana

    RispondiElimina
  7. Ciao Pas' una meraviglia questi fusilli :P
    ps ho inviato la mail, sei in copia a presto!

    RispondiElimina
  8. Ciao Pasquale,
    una ricetta bella, piatto semplice e gustoso!

    Buona settimana!

    RispondiElimina
  9. BUONISSIME!!! grazie per questa ricetta davvero gustosa... ;-)buon lunedi ^_^

    RispondiElimina
  10. Io mi sto godendo questi ultimi sprazzi d'estate perchè già so che ne sentirò la mancanza.....

    RispondiElimina
  11. Complimenti per le foto e la gustosissima ricetta! Da me, nelle Marche, purtroppo la pioggia di oggi ha decretato la fine dell'estate e il vero inizio dell'autunno. Un abbraccio

    RispondiElimina
  12. Ciao Pasquale, quanto mi mancava una tua pasta! Per me è impossibile da fare, la mia rughetta è quella delle buste, però mi piace immaginare leggendo quello che prepari. Un abbraccio a presto

    RispondiElimina
  13. Mamma che buone le tue paste...io già adoro la rughetta ma questa selvatica deve essere ancora meglio...quanto vorrei assaggiarla caro Pasquale!!!!!!!!!!!!!!
    E no...secondo me l'Estate non è finita ancora!!!!!!!!!!
    Buona serata

    RispondiElimina
  14. sfiziosa questa pasta e presentazione impeccabile, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  15. Dai dai ti sfido a usare qualche farina alternativa! Un abbraccio a presto

    RispondiElimina
  16. La rucola selvatica è davvero diversa, hai proprio ragione. Io la raccolgo sempre in puglia, anche da mangiare con l'insalata è spettacolare. Ottima ricetta. Come sempre!!!
    Ciao
    Alice

    RispondiElimina
  17. Questo si che è un piatto da leccarsi baffi, un signor piatto direi!!
    baci

    RispondiElimina