La dignità il Pesce e la Spada.

Pesce Spada e Melanzana 2° Version, 
Dal termine dignità, si usa riferirsi al sentimento che proviene dal considerare importante il proprio valore morale, la propria onorabilità e di ritenere importante tutelarne la salvaguardia e la conservazione.
In Italia vi erano dei cialtroni che predicavano questi valori, ritenendosi inoltre superiori al resto d'Italia e sopratutto al Meridione, Terra di Storia e Tradizioni.
Purtroppo per loro sono incappati nella trappola, la trappola dei tanti Soldi che sono stati sottratti al loro popolo che fino a qualche mese fa chiamava Ladroni a tutti.
Da che pulpito viene la predica???????
Ecco ora l'Italia si e' riunita.........................................................................
Una seconda version di pasta pesce spada e melanzana , per coloro che ritengono che il pesce spada ha una sapore molto forte.
Questa versione ha va variante del flambè del pesce spada con il cognac per attenuare un pò il sapore forte  del pesce spada, ne esce un piatto dal gusto equilibrato.
Ingredienti:
500 di Calamarata Gragnano
250 gr circa di pescespada
1 grosse melanzana Siciliana
15 pomodorini pachino
1 ciuffetto di menta
1 Cipolla Media
2 spicchi d’aglio
1/2  Bicchiere Cognac
Peperoncino
Sale Gemma di Mare
e pepe q.b.

Procedimento:
Dopo aver tagliato la melanzana a cubetti , friggerla in abbondante olio e metterla a sgocciolare su carta assorbente da cucina e tenerle da parte per il suo successivo utilizzo.
In una padella  larga, mettete ad imbiondire uno spicchio d’aglio la cipolla e il peperoncino con l’olio extra vergine di oliva e poi versatevi il pesce spada.            
Far rosolare il pesce spada per pochi secondi, aggiungere il 1/2 bicchiere di cognac e inclinando leggermente la padella in avanti, in modo tale che la fiamma ne lambisca i bordi e innesca l'effetto fuoco.
Far cuocere per 2-3 tre minuti, togliere il pesce spada e metterlo da parte, nella padella con il fondo di cottura del pesce spada cuocere il pomodorino  Pachino.
Versare a fine cottura del pomodoro, il pesce spada e le melanzane e lasciar insaporire per altri 3 minuti.
Scolate la pasta al dente e fate completare la cottura in padella con il pesce spada e melanzane. Saltare la pasta dopo la cottura il quale consente di legare il condimento alla pasta stessa e di ottenere la giusta densità.                    

Sistemare nei piatti adagiandovi sopra le foglioline di menta. IL profumo e il sapore di questo piatto non ha concorrenti.

Share:

35 commenti

  1. Buongiorno caro Pasquale!!!!Concordo sul concetto di dignità...e sul tuo pensiero....Succede sempre così alla fine....chi predica e mena sentenze alla fine dimostra tutta la sua menzogna...orribile!!!!!!
    Sul pesce spada...ti scrive una che dal suo porto partono i pescatori alla ricerca ru pisci...U pisci urlano...e li senti da terra e da mare appena lo scorgono...Io ne vado matta e complimenti una bellissima ricetta!!!!!Come sempre del resto
    Passa una splendida giornata
    CIAO

    RispondiElimina
  2. Invece noialtri siamo caduti nella trappola della gola che viviamo con leggerezza e spensieratezza e non come un vizio verso il quale ci attacchiamo nonostante tutto,a differenza di "loro".
    Una leggerezza come questo tuo meraviglioso piatto, nonostante sembra contenere dei sapori decisi!

    RispondiElimina
  3. Complimenti per il post...
    Piatto fantastico ,anche l'effetto flambè.
    Bravissimo e buona giornata

    RispondiElimina
  4. ciao Pasquale
    un piatto molto ricco ed equilibrato!!
    la melanzana è fantastica nell'abbinamento con i pesci....già collaudata!!
    buona giornata

    RispondiElimina
  5. Il potere, la vanità e il soldi sono stati, e, sono oggi ancor di più la rovina di MADRE TERRA!! Nn aggiungo altro....... Mi consolo guardando e gustando virtualmente (x ora) il tuo splendido piatto ;-))))............

    RispondiElimina
  6. Caro Pasquale, che post ispirante e sincero.
    Ottima anche la tua ricetta, mi piace moltissimo la scelta degli ingredienti, complimenti!

    RispondiElimina
  7. Mon Dieux quelle délice, sont aspect et bien appétissant!

    Bisous

    RispondiElimina
  8. Mamma mia!!!! è quasi ora di pranzo e tu con questa ricetta mi fai venire l'acquolina in bocca!!!! Se passi da noi, c'è un premio per te! ciao Anna

    RispondiElimina
  9. A quest'ora ci fai venire l'acquolina in bocca!!!!

    RispondiElimina
  10. Non posso che darti ragione....triste che la nostra Italia ritrovi unità in questo modo!
    Ovviamente complimenti anche per la bellissima ricetta :)
    Ciao e Grazie
    Ba

    RispondiElimina
  11. anche se ho già mangiato,accetto volentieri una porzione.maxi però:)

    RispondiElimina
  12. Ciao cara,
    La miscela di pesce e melanzane in salsa
    ha dato un sapore speciale nella ricetta, mi sono divertito
    la pasta è gustoso, hmm!

    Buon fine settimana
    baci

    RispondiElimina
  13. Pasquale caro...questa ricetta come sai mi fa impazzire!!Amo i paccheri e il pesce in generale!Il tuo tocco su questi piatti c'è e si vede...li rendi unici!E per quanto riguarda "certi personaggi"..gli sta proprio bene!!!!Predicare bene e razzolare male è a dir poco penoso. E come c'è scritto nella Bibbia: "chi è senza peccato scagli la prima pietra". Un caro saluto

    RispondiElimina
  14. io non penso che la spada abbia un gusto forte ma questa ricetta mi piace molto :-)

    RispondiElimina
  15. Uahu! I paccheri Pasquà!!! Oltre a seguire il consiglio che mi hai lasciato sul blog, sto sbavando davanti a questo splendido piatto, pure coreografico con tanto di "Flambata". Spettacolari, in tutti i sensi! Buon fine settimana e un saluto da una "ladrona" romana!!

    RispondiElimina
  16. Ciao!!!
    Un piatto veramente fantastico!!! Mi hai fatto venir fame!!!
    Concordo con te con la tua introduzione!!! è veramente uno schifo!
    Io non sono del meridione, però è lo stesso. Certe cose fanno veramente arrabbiare per non usare un altra parola...
    Un bacio, ciao!

    RispondiElimina
  17. Che bella ricetta! Vorrei che si materializzasse da sola sulla mia tavola stasera! :-)

    RispondiElimina
  18. Una vera prelibatezza: il pesce spada flambé mi mancava proprio. Grazie, un abbraccio

    RispondiElimina
  19. adoro questo genere di piatti ci mangerei mezzo kg di pane facendo la scarpetta

    RispondiElimina
  20. prima visita a questo blog....vorrei essere anoressico

    RispondiElimina
  21. interessantissimo léffetto flambe'che giuro su un primo di pesce non mi e'mai capitato. ottimo piatto!

    RispondiElimina
  22. Buongiorno, quando puoi passa da me perchè ho un regalo per te!!!

    RispondiElimina
  23. L'appetito vien...guardando!!! ahahah Buon fine settimana! :-)

    RispondiElimina
  24. Davvero molto buono e saporito questo piatto!!!!

    RispondiElimina
  25. Sono molto d'accordo con te :) Bravissimi!!! E complimenti per le foto....sono rimasta a guardarle per 5 minuti almeno...che belle!!!!!! :)

    RispondiElimina
  26. come un boomerang..gli è tornato tutto indietro!!
    Ho appena finito di pranzare ma..credimi..questi paccheri so' troppo invitanti..
    Potrei ricominciare!!Bravissimo!!

    RispondiElimina
  27. accipicchia, addirittura flambè! Ottima ricetta, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  28. carissimo pasquale, diciamo pure che certi soggetti la parola dignità non sanno neanche dove sta di casa e si riempiono la bocca di belle parole che assolutamente non appartengono al loro modo di essere. Ed io, che a malincuore sono stata costretta a lasciare la nostra amata campania felix, per venire ad istruire i figli di questi signori dalla camicia verde,di questa gente ne ho conosciuta a bizzeffe. Non ultimo un gentil signore (agente immobiliare)che voleva vendermi una casa con tanto di abuso edilizio, che qualcuno con la camicia verde ha fatto finta di non vedere finora!!!!!!!
    Beh, basta non ti tedio oltre! Indecisa su quale versione scegliere, preparerei volentieri entrambe!
    Di grande effetto e di grandi sapori, come sempre!
    buon inizio settimana
    spery

    RispondiElimina
  29. Ciao sono sempre a caccia di ricette con il pesce nuove e questa, con le melanzane ed il sugo, è davvero deliziosa!!!

    RispondiElimina
  30. Una ricetta splendida...per quanto riguarda l'introduzione al post, sono pienamente d'accordo con te...il fatto è che la dignità, i nostri politici, non la conoscono, NESSUNO di loro la conosce. Solo noi cittadini la conosciamo... un abbraccio e buona giornata! :-D

    RispondiElimina
  31. ...sarà la sicilianitudine, ma a me il pesce spada piace anche nature... ma sai che però questa versione flambè con il cognac è proprio interessante??? anzi mette proprio una gran fame!!!
    ^_^
    roberta

    RispondiElimina
  32. Ciao!!! Passavo per invitarti al mio contest: http://blog.giallozafferano.it/mezzestagioni/e-tu-di-che-pasta-sei/
    Ti aspetto!!! :)

    RispondiElimina
  33. Mi unisco volentieri agli apprezzamenti generali già espressi da questo meraviglioso seguito, sensibile non solo al piacere della gola, ma anche alle vicende della vita. Penso sia ora di prendere veramente coscienza dei raggiri perpetrati a nostro danno da tutti quelli che, con le solite false promesse ed ammiccamenti, nei periodi elettorali, tendono alla fine, a perseguire esclusivamente i loro unici interessi: privilegi e potere! Svegliamoci e diamo forza all'unica arma rimastaci per cambiare le cose: il voto ragionato e misurato. Non farlo significa fare il gioco di chi vuole la destabilizzazione sociale, tramata sottilmente con disegni occulti. Ci sta a cuore l'avvenire dei nostri figli e dei nostri cari, ma l'orizzonte è fosco ed indefinito, onde per cui la soglia d'attenzione deve essere elevata! Che il bene sia sempre il padrone di tutti noi!

    RispondiElimina
  34. Ciao Pasquale, piatto veramente superbo...

    RispondiElimina