Lavazza: quando il caffè diventa un'emozione.

Di ritorno dal Salone del Gusto di Torino dove ho vissuto giorni intensi e piacevoli in compagnia di altri Blogger  Gente del Fud, un esperienza che difficilmente riuscirò a cancellare dalla mia mente.Vorrei iniziare   questa prima parte  raccontando la  fantastica esperienza che abbiamo avuto all'Innovation Center Lavazza, dove siamo stati accolti da tutto lo staff in modo fantastico.                  
Mi ha colpito molto la storia (oltre che l’eccellente Caffè) di questa grande azienda italia. Vi ricordate la pubblicità della Lavazza  e del caffè in paradiso ????
Bhè  direi che nella realtà immagino che   Pietro Lavazza lo sta offrendo a tuto il Paradiso , dico questo perché sono rimasto profondamente colpito da uno scorcio della sua biografia scritta sotto il suo busto all'ingresso della Lavazza che inizia cosi’…………. 
“”””In un Mondo che distrugge i beni della Natura io non ci sto””””
Siamo nel 1935 e Luigi  Lavazza  fondatore delle più grandi industria Italiana di caffè, lascia ai figli la conduzione dell’azienda e ritorna a fare il contadino nella sua tenuta di Misengo Monferrato(Alessandria).
Cosa era successo
Luigi  Lavazza era rientrato in Italia profondamente amareggiato da un suo viaggio in Brasile che aveva visitato per due mesi su invito del governo di quel paese.
Uomo molto religioso aveva visto con dolore che il caffè alla cui importazione e vendita aveva dedicato la vita e all’epoca cominciava a scarseggiare per le restrizioni imposte dal regime di allora, veniva usato nella costruzione di strade e per mandare avanti le locomotive.
…………… il racconto continua e rimango attirato dai valori di grande uomo Cristiano di  Luigi  Lavazza   

Torniamo a Noi,
dopo aver gustato un ottimo Caffè in mezzo alle macchine del caffè d'Epoca Lavazza, siamo passati   
al Il Training Center dove i trainer  Lavazza ci hanno insegnato i segreti per preparare un buon espresso ma sopratutto la tecnica per ottenere un ottimo cappuccino. 
All'ultimo banco ci sono state scene di panico tra i blogger in foto, dove Luca Sessa del Blog per un pugno di capperi  ha cercato in tutti i modi di preparare un cappuccino senza riuscirci, peraltro  consumando tutto il latte (5 litri circa e altrettanto tazze che si e' fregato sulle macchinette di altri blogger) messi a disposizione da  Lavazza.
Dalla destra Giovani Pisacane del Blog symposion foodies, io, Roberto Berti del Blog ribbincucina, il barista professionista Luca Sessa del Blog per un pugno di capperi e la simpaticissima Valentina Varini del blog la cuoca pasticciona. 
Ecco le nostre creazioni, subito abbiamo appreso la tecnica e ne e' uscito un ottimo cappuccino, che non deve essere schiumoso ma cremoso....  
Infine abbiamo degustato  le seguenti creazione fatte però da un trainer Lavazza
- Cappuccino solido al sifone
- Cremaciock in provetta (cremespresso con cioccolata calda)
-Boule di caviale da mettere sul pancarrè (precedentemente imburrato da noi con burro vanigliato)
Infine la grande foto di Gruppo, naturalmente tutti sorridenti e soddisfatti, inoltre Lavazza ci ha omaggiato dei grembiuli e di un sacchetto con qualche bel regalino :-).
Le Nostre interviste le troverete qui:Interviste Food Blogger Gente del FUD
E naturalmente sotto c'e' il video sintesi dell'intera colazione.       

Grazie Lavazza ...........

Share:

26 commenti

  1. ma che bello, tutto! emozionante riviverlo. grazie, mony

    RispondiElimina
  2. bella esperienza, bravo, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  3. che posso dire??? eravate tantissimiiiii e tutti bellissimi!
    Una esperienza che ricorderete per sempre!
    baci

    RispondiElimina
  4. Ciao!!|
    Ma che bel racconto!...e che invidia...io sono una 'caffeinomane' vera e mi sarebbe piaciuto davvero fare quest'esperienza! Il caviale di caffè?!..fantastico.
    Spero davvero di poter esserci anch'io il prossimo anno al Salone del Gusto, grazie per aver condiviso questa cosa con noi!
    Buon lunedì! Roberta

    RispondiElimina
  5. Ciao Pasquale,
    Una bella storia, belle immagini, tutto perfetto!

    Buona settimana!
    Abbracci

    RispondiElimina
  6. Che peccato non essere stata lì anch'io...con questo post mi fai venire ancora di più la malinconia....ma non mancheranno altre occasioni, spero!

    RispondiElimina
  7. Ciao Pasquale!!! Bellissima esperienza vero?? Periodicamente frequento corsi all'Innovation Center Lavazza ed è sempre una grandissima gioia!!!!
    Spero ti sia divertito a Torino!!!!
    Un abbraccio!!!!!!!

    RispondiElimina
  8. ciao Pasquale, non posso che ringraziarti per il titolo di "Barista professionista" che mi hai assegnato, ti stimo :o) Bellissima esperienza, spero di incontrarvi presto. Un abbraccio, Luca

    RispondiElimina
  9. molto bello,sono felice che per te è stata una bella esperienza...colgo l'occasione per ringraziarti per gli auguri...felice lunedi:)

    RispondiElimina
  10. Esperienza sicuramente indimenticabile!
    Un abbraccio.

    RispondiElimina
  11. Ahh, ma perché non sono venuta anche ioooo, uff!!! Si vede dalle facce che vi siete divertiti ;-)
    Mi sono inscritta tra i tuoi lettori, così non perdo di vista le tue ottime ricette ;-)
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  12. Ma questa tecnica del cappuccino cremoso ma non schiumoso si può replicare a casa?
    E' una vita che provo a fare il cappuccino ed è una via che vorrei anche farci tutti quei disegni sopra......
    Il sifone......prima o poi anche questo sarà tra le mie mani e potremo berci(mangiarci?)anche noi una bella crema di cappuccino.
    Interessante e toccante il racconto di Pietro Lavazza e tanta gioia nel leggere l'incontro con tutte queste persone che erano con te.
    Ti auguro di avere tante belle esperienze come queste, che da tanto desideravi e da tanto hai progettato.
    Un caro abbraccio

    RispondiElimina
  13. Ecco dove ti eri cacciato Pasquale!! Ero passata ieri e trovavo ancora lo scarpariello mititico. Ma che bel divertimento!!! E avete carpito anche dei bei segreti! Il caffè lavazza penso sia diventato una istituzione italiana, non solo per le simpatiche pubblicità, ma anche perché, ammettiamolo, ci piace!!!
    E il sifone???? Mitico. Io l'ho avuto in regalo per il mio compleanno, ma non avevo mai pensato a farci delle belle creazioni con il cappuccino... Mi informerò ben bene!! Un abbraccio. E buon inizio settimana!!

    RispondiElimina
  14. Pasquààààà, eccoti dunque!!!!eri a spassartela eh?????ahahhaha, amico mio, sei straordinario!!!!riesci a fare tutto ciò!!!! Lavazza è la marca di caffè che bevo tutti i giorni nella mia macchinetta express (lo ammetto, ho tradito le mie orgini partenopee, niente moka!!!) COMPLIMENTI DI CUORE PER TUTTO|||un abbraccio e buona settimana (io scappo via qualche giorno direzione Nord Europa;)) passo a leggerti appena torno!!!

    RispondiElimina
  15. Ecco dove ti eri cacciato! Bellissima esperienza, Pasquale, avete delle facce contente e soddisfatte. E come mi stuzzicano quelle preparazioni di cui parli, dacci qualche altra indicazione, se puoi. Un abbraccio a presto

    RispondiElimina
  16. hai proprio ragione Pasquale!
    E' stata una bella mattinata, interessante, istruttiva e divertente :)
    non conoscevo il tuo blog...è stato una piacevole scoperta!
    a presto

    RispondiElimina
  17. Che belle esperienze,aumentano il nostro bagaglio culturale,sociale e umano.La tua espressione poi,parla da sola.... Sono certa che hai intrapreso un "viaggio"bellissimo di cui sei autore e regista indiscusso ;)) UN ABBRACCIO......

    RispondiElimina
  18. Bellissima esperienza...complimenti!!!Magari dacci indicazioni su come fare quei disegnini sul cappuccino!!! ciaoo ^^

    RispondiElimina
  19. sono convinta sia stata una bella esperienza..
    raccontaci qualcosa delle creazioni Lavazza che avete degustato!!
    un abbraccio!!

    RispondiElimina
  20. che belle queste esperienze di condivisione!!! brava!!!

    RispondiElimina
  21. Mitico Paqui!
    è stato davvero bello e divertente conoscerti!!!

    RispondiElimina
  22. Amo el café y sobre todo el cappuccino linda experiencia y de probarlos todos ,bellísimo post ,abrazos y abrazos.

    RispondiElimina
  23. Ciao Pasquale, a quando la tua prossima deliziosa pasta? Buon we a presto

    RispondiElimina
  24. I vostri cappuccini sono fantastici!!!!!!!!!!!!!
    ma l'allegria che si respira nelle tue foto e nel tuo racconto mi piacciono ancora di più!!!!!
    Ho visto da altri reportage che anche tu eri lì
    e ho visto che bella atmosfera tra amici
    Insomma sono davvero felice che sia andato bene
    e perdonami ....anche un pò invidiosa ahahahahah
    Mi sarebbe piaciuto conoscerti....
    Buona Domenica Pasquale!!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina