Le Marruzze -Lumache helix pomatia dette Munacelle-

Da molti anni non mangiavo le marruzze (lumache), sicuramente anche questo piatto rientra nella tradizione culinaria di terra di lavoro.
Ho bei ricordi legati alla raccolta delle marruzze, quando ancora adolescente, seguivo spesso mio padre la mattina presto e comunque prima che sorgesse il sole.Si andava nei campi bagnati il giorno prima dalla pioggia, nella terra dei Mazzoni, che e' la valle del fiume Volturno.La terra inoltre famosa, anche se non pubblicizzata, dagli allevamenti bufalini, dove viene prodotto una mozzarella dal sapore marcato di bufala.Una vera e propria lecconeria.
In quella grande distesa di terra, parcheggiavamo la macchina sul coglio della strada e andavamo nei campi di fieno dove in poco tempo si raccoglievano grandi quantità di lumache.
Belle esperienze da rivivere insieme ai nostri bambini, che molto spesso ci domandano come abbia fatto la pera ad arrivare sull'albero se nasce nella cassetta??????????!!!!!!!!!!!!!!!
In questo che vi racconto sento quasi la sensazione che non si possa allacciare un immaginario ponte tra il prima e il dopo considerando anche che molti giovani  neanche conoscono le lumache.......altro che le pere nelle cassette
Ingredienti:
1 Kg di Marruzze (lumaache)
300 g di pomodoro
1 spicchio di aglio
prezzemolo
Sale 
Pepe
Procedimento:
Lasciare le  chiocciole per cinque sei  giorni (potrebbero stare anche più di dieci giorni) in una pentola coperta in un luogo fresco a spurgare. Lavarle dopo il primo giorno con acqua e poco aceto e ripetere l'operazione ogni due giorni.
Il giorno che si decide cucinarle, lavarle e immergerle in acqua salata tiepida, portare a bollore e dopo qualche minuto scolarle.In una pentola soffriggere aglio in olio extra vergine di oliva , aggiungere le marruzze (lumache) sgocciolate, il sale , il pepe, il prezzemolo e lasciarle insaporirle per un quarto d'ora.Servire con crostini di pane.
Per tirare i molluschi dal guscio è necessario utilizzare il rebbio di una forchetta o uno spillo.

Share:

14 commenti

  1. Klaus impazzirebbe!!!!! Non puoi capire quanto me la ripete sta storia delle lumache!! questo piatto lo manderebbe in visibilio!!!!! e poi...hai ragione....è proprio un buon vecchio piatto di una volta specie se cucinato a regola d'arte come solo tu sai fare!!!!!!!Un abbraccio!!!

    RispondiElimina
  2. Mi hai fatto ricordare i bei tempi passati quando a casa di mia nonna mangiavo le lumache con un sugo alle cipolle e pomodori veramente gustoso. Alcune volte con quel sugo si condivano gli spaghetti. Però oggi non riesco più a mangiarli, chissà perchè.
    Grazie e un abbraccio

    RispondiElimina
  3. Ottima ricetta piena di ricordi per tutti noi e sopratutto ricca di sapori veri. Un abbraccio e buon fine settimana

    RispondiElimina
  4. Conosco bene questo tipo di lumache sono le uniche che mangio! E' la prima volta che le vedo preparate cosi' da me si preparano solo con un sugo liscio o fritte con i peperoni.Ricetta interessante a presto

    RispondiElimina
  5. non so come sono arrivata al tuo blog , il piatto che presenti mi è oparecchio familiare , sarà perchè lo faceva spesso mia suocera che me ne dava sempre un pò perchè lei non le mangiava e le faceva solo per mio suocero (ed io gli facevo compagnia)mi aggiungo ai tuoi sostenitori

    RispondiElimina
  6. Saranno sicuramente buone, ma é una cosa che proprio non riesco a mangiare...ciao :)

    RispondiElimina
  7. Che " ghiotta " fantastica!!!!Brava.

    RispondiElimina
  8. come si direbbe a Firenze: ti ho portato per bocca.... (ho parlato di te)....
    http://sonoiosandra.blogspot.it/2013/05/e-rimasto-lamore-quello-ancestrale.html

    RispondiElimina
  9. le lumache...da bimba le mangiavo così volentieri e ora invece...nemmeno mi ci avvicino :(
    però ricordo anche io con piacere quando da piccola andavo insieme a babbo a cercarle, dopo la pioggia ^_^
    un abbraccio!

    RispondiElimina
  10. Stavo pensando a te e ti sei materializzato sul mio blog. Mi stavo dicendo che era un po' che non passavo da te, come va dalle tue parti, sempre indaffarato? Purtroppo le lumache non le mangio, dico purtroppo perché so che sono buone ma non riesco a metterle in bocca, è più forte di me, però il tuo racconto fra pere, cassette e appunto lumache mi ha proprio divertito. Ciao Pasquale, alla prossima, un abbraccio

    RispondiElimina
  11. le maruzzelle!!!! è una vita che non le mangio, ma ricordo che erano di un piccante :P

    RispondiElimina
  12. Mio nonno spesso mi raccontava di un piatto simile, è bello quando di mezzo ci sono i ricordi! Un abbraccio

    RispondiElimina
  13. Ciao Pasquale, sono passata a farti un saluto, tutto bene? Un abbraccio

    RispondiElimina
  14. Ciao sei sicuro che il nome giusto delle munacelle sinhelix pomatia si internet le trovo anche con il nome di Helix aperta

    RispondiElimina