Il Pane e la Croce.

Auguro a tutti voi una Serena Pasqua .
IL PANE DELLA PASQUA
La nostra città, già un tempo grande insediamento contadino, era ed   è conosciutissima, specialmente da quelle numericamente più grandi,  anche per una cultura del pane a livello di eccellenza, tanto che se ne approvvigionano venendo anche da molto lontano. Questo per la diffusissima presenza nella maggior parte delle case del forno a legna, il cui utilizzo non conosceva limiti, oltre a rappresentare una totale autonomia proveniente proprio dal possesso di tutto ciò che la terra ed il mondo animale allevato  donava a chi andava a braccetto con ogni tipo di fatica agreste. Tra le tradizioni in auge durante il periodo delle celebrazioni della Pasqua, resiste ancora quella di confezionare del pane, avente forma di croce, proprio a ricordare quella vera. Gli individui più anziani ricordano che allora, ultimato il suo confezionamento, veniva conservata gelosamente dalla donna di casa, per poter poi essere distribuito dal capo famiglia a tutti i componenti, il giorno di Pasqua, spezzandolo esclusivamente con le mani e dopo aver elevato una preghiera di ringraziamento tutti insieme.
Cosa questa che in molte famiglie è praticata tutt’ora. Nel punto centrale dell’incrocio viene impiantato un uovo, reso sodo in precedenza, forse a simbolo della vita che nasce attraverso un uovo, e nell’impasto si mischiano pezzetti di salsiccia, formaggio e della sugna, oltre agli aromi ed il condimento di rito. Una vera bomba dietetica, alla quale allora non si badava per la sua unicità di consumo effettuata esclusivamente in tale periodo. Oggi è riproposto in altre modalità diverse solo per la forma. (Tortano, pizza chiena, ripieno).
La croce
Per ogni cristiano, la croce rappresenta il simbolo dell’invisibile fardello che ognuno si porta addosso, in analogia a quella portata dal Cristo sulle vie del Golgota fino ad esservi immolato sopra. Come uno zaino stracarico di tutto ciò che sa di sofferenza e di ogni negatività che accompagna la quotidianità indica anche l’impegno e la responsabilità nel portarla fino alla mèta del ciclo di ognuno.Spesso non si è soli. Ed è proprio durante quel percorso, cosparso di ostacoli  di ogni genere, che si chiede aiuto a chi ti sta vicino a condividerne il peso, specialmente quando ci si rende conto di errori commessi e di non averne capito la profondità del significato. La reciprocità di tale condivisione ne favorirà l’alleggerimento già iniziato con la forza di chi ci assiste senza…essere visto.
E’ una metaforica richiesta di chi, per farsi perdonare, regala alla propria amata una croce d’argento.
Porta questa croce,
intrisa nell’amore,
da sempre dichiarato,
vissuto e mai tradito.
Un onere leggero,
non come quella vera,
portata ad alleviare,
umane sofferenze,
accolte a braccia aperte.
Ecco questa croce,
mettici me sopra,
portala nel cuore
e dàlle il suo calore.
Ti prego non cadere,
sotto il suo peso immane,
sarò con te in aiuto,
a tenderti la mano.
La porteremo in due,
sull’irta e dura via,
a farci compagnia,
fino all’eternità.
Franco RUSSO

Share:

21 commenti

  1. ciao Pasquale
    ricambio con sincerità gli auguri di una serena e Santa Pasqua...che i nostri cuori si aprano alle Verità della vita e le coltivino con affetto e trepidazione

    RispondiElimina
  2. Il pane è sulla nostra tavola tutti i giorni, per questo tante volte ci permettiamo anche di sprecarlo, perchè ne abbiamo dimenticato l'importanza ed il significato come simbolo di vita e di comunione. Grazie per avvercelo ricordato!
    Buona Pasqua
    Valentina

    RispondiElimina
  3. Bel post e bel pane segno di riconciliazione...Serena Pasqua a te e famiglia. Ciao.

    RispondiElimina
  4. Serena Pasqua a te e a tutti coloro che ti sono cari!!!!!!!!!!!!!!!!!
    Il mio papà, che non c'è più, ci ha educati nel rispetto del pane, quasi fosse sacro e non ti nascondo che qualche volta che devo buttarne un po', perchè ha fatto la muffa, mi sento male!!!!!!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  5. complimenti una poesia ed un pane meraviglioso

    RispondiElimina
  6. Mervaigliosa questa poesia, Franco...i miei più sinceri complimenti...hai colto in pieno il senso del portare un croce...Ieri guardavo una madre che portava sua figlia in carrozzella e...ho visto Gesù nei suoi occhi...Lui è un po' in ognuno di noi. Grazie per queste parole.
    Pasquale...che dirti...se non che sei BRAVISSIMO in tutto ciò che fai e ci hai ricordato il valore del pane!!!(Amo alla follia il casatiello e naturalmente lo farò seguendo la ricetta di famiglia...)I miei verranno a trovarmi in questi giorni pasquali e proprorrò tutta Napoli a tavola!!!!W le belle tradizioni, caro Pasquale...e, permettimi, soprattutto quelle campane che mi stanno cosi a cuore. Un augurio speciale a te e la tua famiglia di una serena Pasqua ricca di significato cristiano e di rinascita nello spirito

    RispondiElimina
  7. Grazie Yrma delle tue belle parole. E' belle conoscere persone che alla sensibilità uniscono un grande amor proprio ed il giusto senso della vita. E questo dipende anche dall'educazione avuta. Ti auguro ogni bene proprio in visione di questa Pasqua!

    RispondiElimina
  8. Il mio giretto alla ricerca di Pasquale e Franco non mi ha delusa neanche questa volta! La tradizione riportata da Pasquale, che richiama alla mente scene (per noi non viste) di preparativi durante il periodo festivo di tutto questo via vai a preparare il pane e utilizzare il forno a legna che era presente nelle case. Da noi soprattutto si preparava e si faceva la fila davanti ai forni per cuocere tutte le prelibatezze che si preparavano per i giorni di festa! E il richiamo a una vita donata per la salvezza e la rinascita dell'uomo! Anche per i non credenti è una simbologia "divina" di continuità (l'uovo...), di sacrifici da affrontare giornalmente e da dividere con le persone che si amano! La vita è anche questo. E per la poesia di Franco, solo due parole: credo che ogni donna sulla faccia di questa terra avrebbe voluto ricevere un dono accompagnato da queste parole!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ... e naturalmente a voi due e alle vostre famiglie i miei più cari auguri per la Pasqua se mai non riuscissi a ripassare!!

      Elimina
  9. E' bellissimo questo pane, meravigliose le tue/vostre parole....
    Ti auguro una serena Pasqua insieme a tutti i tuoi cari...un abbraccio

    RispondiElimina
  10. che bel pane e che fragranza deliziosa deve emanare!
    buona pasqua a voi!

    RispondiElimina
  11. che bella poesia...forte e piena di passione...che commozione nel leggere quelle parole cariche di sentimento...Grazie mille Franco!!!!!!!!!!e grazie a te Pasquale per questo viaggio nella tradizione.... sarà una bomba questo pane ma che goduria deve essere e che bella l'immagine legata...la simbologia...insomma TANTI AUGURI di una serena e felice Pasqua a te e alla tua famiglia e grazie!!!!!!!Grazie per l'emozione che ogni tuo post regala!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  12. Grazie a te Renata. Il vero amore e sopratutto quello comprende anche ciò che volli esprimere! Voi donne meritereste molto di più delle parole e gesti. Quando ogni uomo comprenderà pienamente quest'essenza avremo....un mondo sicuramente migliore. AUGURI DI OGNI BENE A VOI TUTTI!!!!

    RispondiElimina
  13. Che bella questa poesia!!!! E tanti auguri anche a te!!!!

    RispondiElimina
  14. Ti auguro serena Pasqua...un bacione!!!!

    RispondiElimina
  15. Che bella!!!! :) Ne approfitto per augurarti una felice Pasqua a te e tutti i tuoi cari! Bacio!

    RispondiElimina
  16. Bella la poesia di Franco,ieri come l'ho letta subito sono andata sul mio blog per pubblicare una poesia dallo stesso significato, che imparai quando ero adolescente e che non ho mai più dimenticato.Non si può andare verso la Pasqua se non si passa prima attraverso la Croce.
    La croce fatta col pane anche in casa mia è un simbolo che non è mai mancato sulla tavola nel giorno di Pasqua:grazie Pasquale per tutti questi valori che ci riporti alla memoria e che spero non dimenticheremo mai.
    Auguri di una serena e santa Pasqua a Franco e a Pasquale

    RispondiElimina
  17. Che bella!!! Ti auguro una serena Pasqua, un abbraccio

    RispondiElimina
  18. Al mio "commentatore ufficiale" non potevo non fare gli auguri di Buona Pasqua! che possa essere gioiosa e serena, circondato dalle persone a te più care! :-)
    ciao Annalì

    RispondiElimina
  19. @@@@@Grazie Grazie Grazie Siete persone Stupende :-)

    RispondiElimina