Pasta e fagioli della Regina con pancetta di nero casertano e un n° 52 niente male.

Dopo giorni intensi, si ritorna finalmente alla normalità.Nei giorni scorsi insieme a tutta la Comunità di S. Maria assunta in Trentola,  abbiamo dato vita a due eventi:la stesura del calendario 2013 con ricette tradizionali della nostra terra ed una cena sociale che si è svolta il 24 novembre scorso.
Il ricavati di queste due iniziative sarà destinato ad opere sociali ed al restauro degli affreschi della chiesa di S. Maria Assunta in Trentola, patrimonio artistico e culturale che non deve essere assolutamente perso. Naturalmente al prossimo post racconterò tutti i dettagli degli eventi.
Vi lascio questa gustosissima pasta e fagioli della Regina arricchita con pancetta di maiale nero casertano.Nella maggior parte dei casi siamo abituati a cuocere la pasta insieme ai fagioli (o ad altri condimenti), tipo il risotto, ritengo (opinione personale) che non ci si guadagna nel gusto , la pasta va cotta in  acqua , invece l'altro metodo di cottura (quella risottata la rende collosa e indigesta). (opinione personale).
Informazioni sul fagiolo della regina le trovate qui ; Fagiolo della regina.
Ingredienti:
300 gr di Pasta Ditali n° 52 Garofalo 
100 gr di Pancetta di Maiale Nero Casertano
350 gr di Fagioli della Regina Lessati
1/2 Cipolla Piccola
3 Pomodorini
Prezzemolo
Basilico
Olio Extra Vergine di Oliva
Pepe
Procedimento:
La cottura dei fagioli e' stata eseguita nel  famoso "Pignatiello" vicino al camino.In una pentola di alluminio ho fatto dorare la cipolla nell'olio e ho aggiunto   la pancetta di nero casertano.
Non amo le cotture lunghe quindi dopo pochi secondi ho aggiunto subito i fagioli della regina e tre pomodorini freschiHo fatto cuocere il tutto per dieci minuti a fuoco lento,a termine della cottura ho aggiunto del prezzemolo.In una pentola con abbondante acqua ho fatto cuocete la pasta, l'ho scolata al dente e saltata nella pentola di alluminio con i fagioli   terminando la cottura. Ho impiattare guarnendo con una foglia di basilico e del pepe.Buon appetito.

Share:

17 commenti

  1. mamma che piattino...invitantissimo!
    bacio

    RispondiElimina
  2. Che bello ritrovarti!
    Bravissimo, ti dai sempre un sacco da fare!
    Bisogna tutelare le bellezze del nostro territorio. Complimenti.
    Questa pasta è deliziosa, vado a leggermi le info sul fagiolo.
    Ciao e buona settimana,
    alice

    RispondiElimina
  3. .....Mi hai fatto venir una gran voglia di pasta e fagioli.....se lo sapesse mia madre che da piccola era sempre un tormento farmeli mangiare!
    francesca

    RispondiElimina
  4. Oggi siamo in sintonia!!!!! Che meraviglia!!!!!
    Un abbraccio e felice settimana!!!!

    RispondiElimina
  5. Nonostante la mia corroborante zuppa d'orzo e cavoli,con questa pasta e fagioli mi fai pentire di aver pranzato.
    Domani la faccio anche io!

    RispondiElimina
  6. Oggi questa zuppa è perfetta..qui da noi il freddo è pungente e ci starebbe davvero bene..mi copio la tua ricetta!!!
    Ciao! Roberta

    RispondiElimina
  7. anch'io sono d'accordo con te, la pasta va cotta a parte. Certo che i fagioli cotti vicino al camino hanno tutto un altro sapore. ciao

    RispondiElimina
  8. che gola che fa questa pasta e fagioli, Pasquale!
    a differenza tua, io invece amo preparare la minestra di legumi cuocendo la pasta (spesso fatta in casa) direttamente insieme ai legumi :)
    ma a dire il vero, mi piace in tutti i modi!!! sono troppo golosa :D
    un abbraccio, a presto

    RispondiElimina
  9. Ogni regione ha la sua pasta e fagioli a Venezia la fanno con gli spaghetti spezzati... Noi usiamo i ditalini e le coste affumicate per dare sapore che poi la carne si mangia a parte con il rafano o kren grattugiato fresco oppure la senape. Io l'adoro ovviamente il pezzo del maiale che indichi e la cottura vicino camino...:(((( non ce l'ho.
    Ciaooo buona serata.

    RispondiElimina
  10. è proprio cosi' Pasquale..
    ognuno ha la sua personale opinione sul come vada cotta pasta e fagioli..io a differenza tua
    la preferisco cotta nei fagioli...piu' azzeccatella..
    Ovviamente pero' non ci sono paragoni con questi ingredienti e metodo di cottura..
    delizia delle delizie..Bravissimo come sempre!!
    Grazie per come giudichi la mia cucina..è un vanto per me!!
    Ciao Pasqua'!!

    RispondiElimina
  11. le iniziative le ho seguite su fb e ti faccio i miei complimenti
    e caro Pasquale oggi con la tua pasta e fagioli mi hai aperto gli occhi proverò la cottura separata della pasta!!!!!!!!!!grazie

    RispondiElimina
  12. Nooooooo, uhmmmmm i fagioli della regina!!!!Ma come faccio a resistere????questo si che è confort food!!!!LO VOGLIOOOOOO, piattone per me, grazie!!!!!^_^ Un abbraccio mio caro!!!!
    PS La pasta risottata è perfetta solo se non ci sono i legumi a mio avviso...rende "colloso" il tutto, è vero!!!

    RispondiElimina
  13. troppo appetitosa questa pasta, la devo assolutamente provare, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  14. al solito, mi fai venire una fame!!!!! sti fagioli della regina..... che bonta! bravo, bravissimissimo per il calendario!
    Sandra

    RispondiElimina
  15. belli questi fagioli...vista l'ora chi resiste fino all'ora di cena?grazie di tutto,sei un vero amico:)

    RispondiElimina
  16. p.s. ho visto solo adesso che hai acquistato il dominio,hai fatto la scelta giusta,complimenti:)

    RispondiElimina
  17. PS. Oj me l'ha fatto nota l'amica del cuore Tina, hai il dominio mi senìbrava qualcosa di diverso...fatto benissimo. Ciaoooo

    RispondiElimina