Calamarata Rana pescatrice e Lupini

Dopo le ultime ricette della tradizione culinaria di Marcianise, posto una ricetta che non tramonterà mai e che può essere inserita nell'elenco delle mie ricette preferite per gusto e delicatezza. Sul web esiste una ricetta standard per cucinare la pasta con la rana pescatrice e cioè, fare il fumetto con la testa e e aggiungerlo poi  nel sugo con i pomodori, finire la cottura in quel fumetto. In questa ricetta niente di tutto questo..........ho cotto nella stessa padella, testa, coda, e pomodoro........
Il resto l'ha fatto la provenienza, rana pescatrice di Mazara del Vallo, l'eccellenza, il mediterraneo. 
Ingredienti:
1,2 Calamarata
1,4 Rana Pescatrice
800 gr circa Pomodorini Home Made
Prezzemolo
Olio Extra vergine di Oliva
Vongole Lupini
Scalaogno
Sale Gemma di Mare
Pepe
Procedimento:
Rimuovere la pelle della rana pescatrice e tagliarla in due parti, la testa e la coda. In una padella di alluminio ho fatto soffriggere lo  scalogno e ho aggiunto la testa e la coda della rana pescatrice che ho fatto rosolare a fuoco lento per 2-3 minuti. Ho aggiunto poi i pomodori home made e 1/2 litro di acqua e ho fatto cuocere il tutto a fuoco lento per 30 minuti circa aggiungendo 1/2 cucchiaio di sale. Quando il sugo con la rana pescatrice risulta ben asciutto ho aggiunto i lupini che ho fatto aprire nel sugo.
Ho cotto la  pasta in abbondante acqua salata e l'ho saltata ancora al dente  nel sugo con rana pescatrice e lupini  unendo del prezzemolo tritato e una macinata di pepe.

Share:

17 commenti

  1. Potrei impazzire per questo primo piatto, lo sai???!!!!!:-) Non vedo l'ora di assaggiare di persona i tuoi ormai famigerati primi piatti!!!!!! Un abbraccio carissimo!!!

    RispondiElimina
  2. Non posso guardare certi piatti senza viaggiare con la mente, qui ci vuole il mare!!!!

    RispondiElimina
  3. Meraviglioso questo piatto, davvero! La Pescatrice se cucinata bene come in questo caso è ottima! Brava

    RispondiElimina
  4. tu vuoi vedermi morta, dillo che vuoi vedermi morta! a quest'ora io vengo qui e cosa trovo? una delizia, una meraviglia, una STUPENDITA' assoluta! mamma mia Pasquale, puoi dire una cosa a tua moglie per me? dille che ti tenga stretto, ma stretto stretto!!!
    un abbraccio
    Sandra

    RispondiElimina
  5. Non riesco a immaginare tutto il sapore che deve avere questo piatto. Buonissimo e bravissimo tu che l'hai preparato così bene!

    RispondiElimina
  6. Non vi e' accostamento migliore...eccezionale cm smp...buon fine settimana...

    RispondiElimina
  7. Pasquà...è pura libidine!!! Sei insuperabile.

    RispondiElimina
  8. La foto non rende onore pienamente a questo appetitoso piatto. I piatti a base di pesce sono una goduria.....
    Complimenti

    RispondiElimina
  9. tutto il sapore del mare in questa calamarata, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  10. buonissimo, per chi come me ama i frutti di mare è un invito a nozze!
    un abbraccio
    alice

    RispondiElimina
  11. Piatto superbo!!!!! Sicuramente da fare.... ciao Pasquale

    RispondiElimina
  12. i bambini di solito non amano il pesce...io invece ne andavo pazza... ora sono vegana però non ti nego che un pensierino al pesce qualche volta lo faccio (shhhhhh, non lo dire ;))

    RispondiElimina
  13. come va? spero tutto bene caro blog amico!
    ti lascio un abbraccio
    ...e che buona 'sta calamarata! :P

    RispondiElimina
  14. Che spettacolo Pasquà!!! Ma quanti eravate a tavola? 1 kg e 200 di pasta!!!! Mancavo solo io! Bacio!

    RispondiElimina