Torretta di Melanzane alla Parmigiana

La cottura su pietra lavica è considerata una delle migliori soluzioni per una cottura sana, omogenea e veloce. Questo perchè non rilascia sostanze tossiche e i cibi nn entrano a contatto diretto con il fumo. Il piatto che presento oggi è una terrina di melanzane grigliata sulla pietra lavica: Un piatto light che non necessita di cottura in forno. Per questo piatto sono stati usati prodotti delle cooperative agricole aderenti al circuito qui da noi: la passata verace Cirio, la Casciotta di Urbino Tre Valli e l'olio extra vergine di oliva Novolio Igp Sicilia La goccia d'oro.
 Ingredienti
3 melanzane 
500 ml di passata verace Cirio
150 g di Casciotta di Urbino
Olio extra Vergine di Oliva Novolio IgpSicilia La Goccia d'Oro
1 spicchio d'aglio 
sale 
basilico
Procediemento:
Portate a temperatura la pietra lavica su un fornellone con discreta potenza. Si sconsiglia di mettere la pietra lavica sulla cucina domestica, la stessa non andrà mai in temperatura e i cibi una volta cotti risulteranno come lessi. Una volta portata a temperatura la pietra lavica, diminuite la potenza del gas e dopo 3-4 minuti poggiate le melanzane tagliate a rondelle spesse di un cm sulla pietra. Dopo un paio di minuti o appena cominciano a staccare, giratele e e terminate la cottura. Versate l'olio extra vergine in una padella, aggiungete l'aglio schiacciato e fatelo imbiondire a fuoco lento; aggiungete la polpa finissima Cirio e il basilico fresco e fate cuocere a fiamma dolce per 6-7 minuti. Tagliate a fette sottili la casciotta di Urbino. A questo punto che tutti gli ingredienti sono pronti non vi resta che comporre le torrette di Melanzane. Prendete una prima fetta di melanzana grigliata e adagiatela su un cucchiaio di pomodoro messo sul fondo di un piatto. Aggiungete sopra la melanzane, un cucchiaio di sugo bollente e una fettina di casciotta di Urbino. In tutto dovete realizzare due strati utilizzando tre fette di melanzane. Una volta posizionata l'ultima fettina melanzane, terminate con un cucchiaio di pomodoro, una fettina di casciotta di Urbino e del basilico fresco.

Share:

0 commenti