Tosone e guanciale su pietra lavica.

Nel post precedente , dedicato al parmigiano reggiano, con riferimento al caseificio San Pietro di Montegibbio , ho parlato di come viene prodotto questo magnifico formaggio.Ma durante  la  formatura  e la pulitura del parmigiano nasce un alimento che come vedremo ha origini antichissime.Personalmente di questo prodotto caseario non ne avevo mai sentito parlare , infatti e' fortemente radicato nella zona di produzione del Parmigiano Reggiano.
Pulire le forme di determinati formaggi e' descritta nella Summa Lacticiniorum, un opera medica di Pantaleone da Confienza (1447) , medico, archiatra ducale e consigliere fidato di Ludovico Savoia. La pratica di pulire i formaggi e correggere il profilo della forma è una operazione che ha radici antiche, oltre ad essere una tecnica ha dato origine alla nascita di un alimento .Il tosone che oggi sopratutto nell'area di produzione del parmigiano reggiano trova applicazione in molteplice ricette e indica il bordo del formaggio, ovvero la tosatura.
Una volta che la massa caseosa viene messa nel "fasciere", viene stretta e coperta con un peso.Questa operazione ha lo scopo di il siero in eccesso ma anche il formaggio, che e' ancora tenero.Il formaggio in eccesso viene tagliato e appare come strisce lunghe e sottili. .Seguendo il consiglio della Giuliana ho fatto un involtino di solo guanciale con del tosone all'interno , solo che invece di cuocerli forno l'ho fatti disintegrare sulla pietra lavica.
Il risultato ????? Indescrivibile nel sapore, DIVINO e' poco!!!!!!
Nel dialetto emiliano viene chiamato Toson e indica appunto le  listarelle di formaggio che si ritagliano dalla forma .

Ingredienti :
Guanciale
Tosone di Parmigiano Reggiano
Formare degli involtini con del guanciale o pancetta, con al centro del tosone.Riscaldare la pietra lavica e cuocere gli involtini per 4-5 minuti finchè non saranno ben dorati.Tutto il resto lo verificherà il vostro palato  :-)
Troverete il  "Toson" al Caseificio
Parmigiano Reggiano DOP e Ricotta fresca
0536 872807--0536 872807

Share:

5 commenti

  1. Leggerti arricchisce sempre.. e che rammarico essere fortemente allergica ai formaggi...! Grazie, è interessantissimo conoscere nuove tradizioni e ricette!!! :D

    RispondiElimina
  2. E allora "tosone", ne ho preso buona nota

    RispondiElimina
  3. Oh mammaaaaaaa, caspiterina....Altro che cuori di San Valentino...qui si che si festeggia alla grande!!!!!!! Ahahaha. Grandioso post!!!!! un abbraccio e auguri a te ed Angela:-)

    RispondiElimina
  4. Passare da te di prima mattina è un attentato godurioso, altro che cappuccino, mangerei subito questo saporito involtino.
    Aspetto con impazienza il prossimo post.
    Buon we

    RispondiElimina