Trippa con le patate

La rubrica dell'Italia nel piatto per i mese di novembre arricchisce la sua diversità di ricette tipiche italiane con il tema brasati, stracotti, umidi e stufati. Propongo per questa uscita come regione Campania, la trippa con le patate che è un piatti tipico di diverse regioni italiane; proprio secondo le zone, viene cucinata in modi diversi. La ricetta tipica napoletana, prevede come ingrediente diverso, il sugo che si usa per il soffitto napoletano ovvero la la salsa di peperone, composta per metà da pomodori rossi San Marzano e per metà da peperoni rossi. Troverete la ricetta per prepararla a casa in questo post.
La trippa è un alimento realizzato durante tutto l'anno ma con prevalenza in inverno. L'elemento base è la trippa nelle sue diversi parti, ma non possono mancare la "centopelle" o "libro" ed il "callo". Un tempo snobbata e quasi disdegnata dai più ricchi, rimaneva carne molto gradita ai meno abbienti. 
Oggi che problemi di ordine economico non affliggono più come una volta, la trippa è appannaggio di chi se la può permettere ed è difficile trovare una mucca veramente sana ed igienicamente curata a dovere. Una volta la trippa che si comprava cruda e grigia, veniva calata in acqua bollente e poi raschiata con un coltello per asportare la pelliccia nera che ne copriva la superficie.
Oggi la si trova in commercio già bollita e biancheggiata con impiego di sostanze chimiche. Tale operazione invece andrebbe fatta con acqua bollente. 
Ingredienti:
1 kg di trippa già bollita 
1/2 litro di salsa al peperone 
1 peperoncino 
2 spicchi di aglio 
1 cipolla 
200 g olio extra vergine di oliva
600 g di Patate
600-700 ml di acqua   
basilico
sale 
pepe
Procedimento:
In una casseruola porre l'olio extra vergine di oliva e l'aglio schiacciato e appena inizia a soffriggere, aggiungere la trippa tagliata a pezzetti. Fare soffriggere il tutto a fuoco basso per circa un 1-2 minuti dopodichè aggiungete il sugo al peperone. 
  • Lasciar insaporire il tutto a fuoco moderato per 2-3 minuti.
  • Aggiungete le patata  sbucciate e tagliate a funghetto.
  • Coprite  il tutto con l'acqua salata e e lasciate cuore per circa 20-30 minuti. 
  • Servite la trippa ancora fumante guarnendo con qualche foglia di basilico  e pepe macinato al momento.
Ora andiamo a farci un giro nelle altre regioni d'Italia per scoprire le ricette della tradizioni sul tema del mese di Novembre.

Share:

21 commenti

  1. Ciao :)
    non so se avrei il coraggio di mangiare la trippa ma mi piacciono le tradizioni per cui ho pensato di aggiungermi ai tuoi followers e spero vorrai ricambiare percio' ti lascio il link del mio blog, basta che clicchi su ''join this site'' grazie!!

    http://thatisammore.blogspot.it/
    That’s amore ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io mangio la trippa. E volete vedere una mia ricetta - ancora da pubblicare - con le patate, un tipo d'aglio mediterraneo particolare e la cipolla?

      Elimina
  2. E' proprio una ricetta rappresentativa della mediterraneità della tua regione. Bellissima ricetta, fa venire voglia di fare la scarpetta:-)

    RispondiElimina
  3. Ciao Pasquale, mi stuzzica tantissimo la presenza del peperone rosso, ti copierò la ricetta di sicuro! Un abbraccio

    RispondiElimina
  4. Ciao, io mangio sempre molto volentieri la trippa, l'ho preparata proprio qualche giorno fa quasi identica a questa, tranne per il fatto che la salsa era di pomodoro semplice, magari la prossima volta provo con quella ai peperoni.
    Mi sono unita ai tuoi followers sperando che ricambierai sul mio blog, grazie :)
    My Tester Mania

    RispondiElimina
  5. Pasquale... quanti ricordi questo piatto... la mia mamma la faceva sempre proprio così! E mi suggeriva di comprare la "millefoglie", così lei dice, che sarebbe la parte più bassa dell'abomaso, molto fogliata e sottile quindi più tenera e gustosa! E' una vita che non la faccio, devo rimediare! Complimenti sinceri come sempre! Ti abbraccio forte Buona settimana Any

    RispondiElimina
  6. Bellissima questa tua versione della trippa, come dicevi tu, completamente diversa da quella che prepariamo per esempio noi nel lodigiano! Con le patate non l'ho mai provata! C'è sempre da imparare qui... :-) UN abbraccio e buonissima serata!!!

    RispondiElimina
  7. Ecco, così con le patate (o i fagioli) la prepara mia mamma.. invece da qualche anno ho imparato a gustarla in purezza, dai nonni del mio colui, alla toscana (o romana, che ancora non l'ho capito, visto che i nonni litigano sulla provenienza).. solo sugo di pomodoro, soffritto ed erbe.. e poi parmigiano o pecorino! Buona!
    Ma io adoro la trippa, la adoro oltre ogni limite!

    RispondiElimina
  8. anche qui la trippa va alla grande, la parte che di solito viene consigliata è il foiolo e viene accompagnata dai fagioli, piatto ultraproteico! Grazie per avermi fatto conoscere la ricetta della vostra tradizione, e il peperone con peperoncino ce li vedo proprio bene!!! bacioni!

    RispondiElimina
  9. Buonissima, ma rispondendo a Giulietta - per carità niente formaggi - La trippa vuole unicamente il peperoncino.

    RispondiElimina
  10. Mi ritengo un cultore della trippa, ma con la salsa di peperoni non l'ho mai assaggiata... Da provare!

    RispondiElimina
  11. quella salsa ai peperoni mi stuzzica non poco...dev'essere davvero speciale questo piatto di trippa!
    un abbraccio

    RispondiElimina
  12. Buonissima questa ricetta ! da assaggiare

    RispondiElimina
  13. finalmente riesco a leggere tutti gli altri post e finisco per scoprire ricette e testi meravigliosi...
    mio marito che mi è accanto e che ha appena ammirato la trippa di Miria ha praticamente l'acquolina in bocca

    un abbraccio
    Silvia

    RispondiElimina
  14. Con questo piatto torno bambina, mia nonna la faceva proprio così. Poi leggo gli ingredienti e rimango a bocca aperta con la salsa di peperoni?! Non è refuso e questo mi intriga ancora di più! Da preparare!

    RispondiElimina
  15. ecco, anche le patate, ma questa trippa è una favola, un bel piatto completo.
    a presto
    Miria

    RispondiElimina
  16. On a uninsured home advance, the perfect credit to-esteem proportion for a loan specialist on proprietor possessed private property is 70% or less. This implies the estimation of the property would need to fall over 30% preceding the obligation owed would surpass the property's estimation, consequently reassuring the borrower to quit making contract advance installments. payday loans

    RispondiElimina
  17. It is said that.34 pennies of each dollar goes to premium cost. The basic indicate here is comprehend that the "volume of intrigue" is what is vital. In a routine home loan, the initial 10 years of installments all go towards intrigue. That is the mystery cash producer for consistent home loan banks. The propensity with this framework is that you need to pay yourself back simply like any bank. payday loans

    RispondiElimina
  18. Looking for the least expensive pay day credits, in this way, can be pointless on the off chance that you can't pay the advance on time. Before looking for pay day advances, evaluate your funds and check in the event that you can pay your credits on time. Payday Loans San-diego

    RispondiElimina
  19. Similarly as with undergrad Visa obligation, the instructive advance you took out must be reimbursed. However, the aggregate installment can frequently be too high for late school graduates who have recently entered the workforce. check cashing

    RispondiElimina