Trentola, la Torta, e la mistificazione del cannolo.

Questo e' un post a doppio, uno scritto da me l'altro invece volutamente scritto da mia figlia Marianna.Sabato 7 luglio si è svolto presso l‘antichissima chiesetta di S. Maria Assunta in Trentola di Marcianise, la prima edizione di “Dolci in Mostra”.Il ricavato  della vendita dei dolci e’ stato devoluto per il restauro dell’ultimo affresco da restaurare “Gesù sotto la croce”.



I dolci presentati dai concorrenti sono stati giudicati da una giuria composta da pasticcieri aderenti    all’ associazione “Pasticcieri Napoletani” e da un giornalista enogastronomico………………..

L’unica nota stonata della serata è stata la scarsa partecipazione di concorrenti e pubblico.
Durante la presentazione e l’assaggio dei miei  cannoli siciliani , da parte della giura , e’ nato un dibattito sulla dose di zucchero usato.
Nella ricetta da me eseguita,(originale siciliana), il quantitativo di zucchero era di 600gr per 1000gr di ricotta.
I Campioni del mondo di pasticceria , nonché giurati, mi hanno contestato la dose di zucchero asserendo che 300gr per 1000gr di ricotta era più che sufficiente;entrando palesemente in contraddizione con i più autorevoli Masti Pasticceri della tradizione siciliana, cui tutto il mondo ci invidia.
Tutto questo ha destato in me grande sospetto ,in quel istante ho percepito un senso di antipatriottismo.
Ritengo infatti che sia antipatriottico sabotare le dosi di una tradizione come il cannolo, che da solo è in grado di far trasparire la Sicilia e L’Italia in qualsiasi angolo del mondo.

Vi rivolgo una domanda :

all’epoca dei fatti sarebbe stato lecito per un semplice concertista cambiare una nota del Và pensiero di Verdi?
Così cari amici il mio pensiero Và............ a questa crisi tutta italiana, e in particolar modo ai giurati che con questo taglio di zucchero potrebbero farci uscire dalla crisi Economica…..
W il Cannolo W la Sicili

Ricetta Cannoli siciliani: Clicca qui


La Torta Miracolata( papà che combini????)
Oggi pomeriggio papà si è messo a fare la torta e i cannoli siciliani.
Premetto che papà non è un grande preparatore di dolci; però questa volta ha deciso di dare il meglio di se in quanto il ricavato della vendita di dolci era a scopo benefico, per il restauro degli affreschi della chiesetta di Trentola.
Durante la preparazione della torta che avevamo deciso di chiamare I Love Trentola è successo di tutto e di più.
Per prima cosa durante l’assemblaggio della torta il grande pasticcere non si è calcolato l’altezza della torta : ne è uscito fuori un mattone torta(suggerito da Tonia)
Papà in quel momento ha deciso di non fare più la torta e di presentare solo i cannoli.
Dietro l’incoraggiamento della famiglia ha smontato la torta con molta cura (cosa strana perché lui è sempre molto nervoso; e l’ha rimontata , e il risultato era perfetto.
Siccome papà e’ molto superficiale nel salire le scale per mettere la torta nel freezer è scivolato , io stavo dietro e l’ho visto ballare con la torta in mano; lui è caduto mentre la torta è rimasto sul palmo della sua mano .
Siccome e’ stata sbalzata l’ha dovuta ricomporre .
Da qui  il nome di torta miracolata.

Dico la verità: il biscotto di questa torta me l'ha preparato Antonietta della La Trappola Golosa
Ingredienti
100 g di nocciole
50 g di farina 
120 g di zucchero
100 g di Burro Inalpi
4 albumi
Albicocche sciroppate 
Preparazione
Lavorare il burro con un cucchiaio fino a ridurlo a pomata, aggiungere lo zucchero e continuare a lavorare.Tostare le nocciole in forno caldo per 10 minuti,lasciar raffreddare e frullarle finemente, aggiungere al composto di burro e zucchero alternando con la farina e gli albumi montati con un pizzico di sale.
Amalgamare il composto e distribuirlo in due stampi a cerniera ricoperti di carta da forno, livellare con il dorso del cucchiaio e cuocere a 180° per 15 minuti.
Per le albicocche invece l'ho passate in padella con burro e zucchero, anche se andava meglio il miele(non ne avevo).
Il resto e' storia di pura follia di un pomeriggio pazzo nell'assemblaggio di questa torta......
Al prossimo post

Share:

18 commenti

  1. Beh! dopo tutto quello che ho letto sulla cronaca preparatoria, ti valuto come extra-giuria: GRANDISSIMO per l'impegno e la volontà, per la dignità, la sincerità, la genuinità e tutte le migliori qualità che compongono una bellissima personalità come la tua! Tu capisci a me! Un primo premio da condividere con la tua cucciola alla quale vanno i miei sentiti ed affettuosi complimenti per come ha scritto la cronaca preparatoria. E' degna di te ed Angela! Siatene fieri! Al resto penserà Nostra Signora di.....Trentola! Un abbraccio!

    RispondiElimina
  2. Non si puo' MAI discutere sulla ricetta e sugli ingredienti, se la giuria fosse stata all'altezza dei tuoi cannoli avrebbe assaggiato e scosso approvando la loro testona.....non si discute certo di zucchero! Maleducati, impopolari e anti-cannoli! La torta miracolata.... mi sembra in ottima forma e l'avrei assaggiata volentieri!!!! Ma che ne sanno questi di buona cucina!!!! Bravo Pasquale, alla faccia loro!

    RispondiElimina
  3. Ahahahahah che ridere l'avventura della torta miracolata...Comunque è venuta benissimo e immagino la bontà e per i cannoli anch'io non metterei mai in discussione la dose di zucchero...Anch'io uso la stessa tua proporzione.....sono davvero un vero piacere che non si può negare!!!!!!Complimenti Pasquale!!!!!!!!!!!E siiiiiiiiiii VIVA LA SICILIA E VIVA I CANNOLI!!!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  4. E' stata una serata carina, simpatica e spero anche utile! la torta miracolata era davvero bella, i cannoli buoni e "originali". siete stati bravissimi, la prossima volta parteciperò anche io con una mia ricetta, promesso!!! Saluti a tutti, anche al papà ;)

    RispondiElimina
  5. Pasquale che post straordinario!!!Tu e Marianna mi avete fatto morir dal ridere!!!Allora, sui dolci sono molto ferrata e dico che: il quantitativo di zucchero che hai usato è perfetto per una ragione fondamentale: i dolci siciliani sono famosi per essere estremamente zuccherini, questa è la loro peculiarità. Poi ci sta che uno che non li ama e li prepara per sè, diminuisca la dose ma quella NON è la tradizione, è un'interpretazione soggettiva. Quindi caro Pasquale, và (pensiero) tranquillo ;-))) E' meravigliosa l'iniziativa..quell'affrsco è da tutelare con ogni mezzo..Complimenti davvero!!!
    E per quanto riguarda la torta miracolata..che dire, è stata la divina Provvidenza:-))))E' comunque bellissima e immagino squisita!!!!
    PS A me è capitato di tutto con un piatto tipico trentino.hai tutta la mia solidarietà!!!!!!
    Un abbraccio a te e Marianna (bravissima!!!!)

    RispondiElimina
  6. ahahahahaha, sei un grande complimenti per i casini che hai combinato alla fine la classe prevale su tutto, il gioco di squadra è stato l'ingrediente fondamentale, Bravi tutti.
    Ciao Pasquale.

    RispondiElimina
  7. Non saprei se è giusta la dose di zucchero, dovrei assaggiare per decidere ;-) Voglio proprio sapere cos'ha di miracolato questa torta bellissima e aspetto il prossimo post ;-)

    RispondiElimina
  8. Ciao Pasquale,
    come sempre sei un mito bellissima la tua considerazione sull'impiego dello zucchero fatta dalla giuria, in effetti rispecchia quello che succede quotidianamente e cioè chi non è capace di crare qualcosa di suo cerca di mettere in discussione quelli che hanno fatto la storia con le loro ricette sia di cannoli che di altro. Comunque anche se non li ho mangiati sono sicuro che erano giusti così. Complimenti Mitico

    p.s. digli di chiamare anche la "Parodi" per spiegargli che la ricetta e le dosi dello zucchero sono errate perchè anche lei indica 1000gr di ricotta e 600g di zucchero.
    http://www.ricettedisicilia.net/dolci/il-cannolo-siciliano-la-ricetta-originale-e-gli-aneddoti/

    RispondiElimina
  9. Il cannolo deve essere cannolo...se si vuole stare a dieta non si mangia! non se ne puo` fare una versione dietetica viene una porcheria!
    Bellissima la tua guantiera! E bella anche la torta!
    farncesca
    farncesac

    RispondiElimina
  10. Sei un capatosta ammirevole!
    Non potevi assolutamente tenertelo chiuso dentro quello che non hai condiviso con i giurati.
    La tua fierezza e la tua testardaggine sono la garanzia di poter percorrere una lunga strada dove non si finisce mai di imparare e anche di insegnare a chi ha diplomi,titoli e riconoscimenti vari.
    E' stata una faticaccia coinvolgerti in questa avventura, ma ti sei misurato con te stesso e ne sei uscito vincitore:
    -sui tuoi pregiudizi(no,non sono capace di fare dolci)
    -sugli ostacoli incontrati(la torta miracolata)
    -su tutti i giudizi infondati(non solo quello del peso ricotta e zucchero,ricordi?)
    Comunque questi hanno saputo chi eravamo,hanno temuto e ci hanno messo in ombra trovando il classico pelo nell'uovo.
    Ma a noi tutto questo non spaventa,non ci arresta,non ci scoraggia....e allora viva la crostata con la marmellata!!!

    RispondiElimina
  11. Secondo me tutte queste disavventure sono state un avvertimento del destino. Il destino ti dice che nonostante continui a dire che coi dolci non ci sai fare... forse questo potrebbe essere il tuo futuro! Altro che miracolata, Pasquà! Sembra presa in pasticceria!! Anche se il biscotto te lo ha fatto Antonietta! Ma tra montate, cadute, rismontate e rimontate... Guarda è uno spettacolo! Non commento i cannoli che sicuramente li hai acquistati in pasticceria (heheheheheheheehehehe... voleva solo essere un grande complimento!!!). Che fai continui a dire che tu e i dolci... non fate coppia??? Bacione caro e la giuria è sempre composta da qualcuno... incompetente!!!

    RispondiElimina
  12. Io mi sarei leggermente infuriata...... Per carità, i pasticceri ne sanno molto più di me, ma se la ricetta tradizionale è QUELLA, pasticceri miei, che volete????
    E povera torta, se l'è vista brutta!! Ma dall'aspetto finale, si è salvata più che bene!!! Avrei mangiato un cannolo e una fetta di torta molto volentieri!!! :)

    RispondiElimina
  13. Se si vogliono fare i cannoli siciliani allora si deve seguire la ricetta tradizionale, altrimenti chiamamoli cannoli napoletani, romani o in qualunque altro modo!. Trovo questa presa di posizione molto arrogante, tu sai quanto sia legato alla tradizione...se si cambia la ricetta di un qualunque piatto tradizionale, viene snaturato, rivisitato, non è più lo stesso! Ancora una cosa : non dire più che non sei portato per i dolci, non credo proprio, i cannoli ed anche la torta sono deliziosi!!!Complimenti a te e a tua figlia ( buon sangue non mente ) per la bravura nel preparare i dolci e la simpatia nel presentarli!

    RispondiElimina
  14. Pasquali, congratulazioni a te e tua figlia,
    ricette perfette!
    Mi è piaciuto leggere la storia di torta, miracolo bello.
    abbracci

    RispondiElimina
  15. Ho letto e riletto il tuo post!!!!Mi è piaciuto troppo!
    Complimenti a tua figlia Marianna .
    A saperlo dell'iniziativa(tra l'altro lodevolissima"!)ci sarei venuta anche io.
    Per me avresti vinto di sicuro.Sono troppo attraenti i tuoi cannoli!.
    Tanti cari saluti e ancora complimenti

    RispondiElimina
  16. Grande Pasquale! Complimentissimi a tua figlia che nonostante l'eta giovanissima, scrive divinamente!
    Per la torta miracolata, sei stato un gran maestro pasticcere anche nella fase di recupero e ripristino! E' perfetta! Per i cannoli, riferisci pure ai giudici da parte mia, che non capiscono nulla. La crema di ricotta siciliana è qualcosa di godurioso proprio per la gran quantità di zucchero presente! e tra l'altro le quantità che hai utilizzato tu sono le stesse, utilizzate da una mia carissima amica siciliana, che mi ha dato la ricetta di questa bontà!
    A presto
    spery
    ps: passo immediatamente dalla trappola golosa a riferire che io la ricetta della base della torta la copio immediatamente perchè mi sembra perfetta per la ricotta e pere (la mia torta preferita!!!!)

    RispondiElimina
  17. concordo, bisogna rispettare le tradizioni!!!!! e con un fidanzato siciliano non posso non dire anch'io W la sicilia!!!!!!!!!!! :-)

    RispondiElimina
  18. Che meraviglia!!!!!!!!!!!!!!!!! Le dosi mi sembrano ben proporzionate, certo dovrei assaggiare uno, due, tre, quattro, cinque cannoli per capire se effettivamente sono venuti bene!!! ^_________^
    E la torta miracolosamente salva?? Uno spettacolo e meno male che non sei un grande preparatore di dolci!!!!!!! :)
    Un bacione a tutti e due e complimenti!!!!

    RispondiElimina